29 giugno 2014 | 13:19

Al Premio Ischia internazionale di giornalismo 2014 riconoscimenti al femminile

Per tre giorni, dal 27 al 29 giugno, a Lacco Ameno si sono incontrati giornalisti italiani e stranieri, della carta stampata, della televisione e del web insieme a professionisti della comunicazione, a uomini politici e intellettuali con qualche rappresentante del mondo dell’industria, tutti arrivati per partecipare al Premio Ischia Internazionale di Giornalismo.
Il premio, che quest’anno ha festeggiato la 35esima edizione, è nato per iniziativa di Giuseppe Valentino e portato avanti dopo la sua morte dai figli Elio e Benedetto.
Il primo premiato nella storia dell’iniziativa è stato Indro Montanelli, il mitico fondatore del Giornale, il quotidiano che ha appena festeggiato i 40 anni di vita. Da allora a Ischia per ricevere il riconoscimento sono sfilati i migliori professionisti dell’informazione.
La giuria è composta da Giulio Anselmi, presidente dell’Ansa, Alessandro Barbano, direttore del Mattino, Luigi Contu, direttore dell’Ansa, Virman Cusenza, direttore del Messaggero, Massimo Franco, editorialista del Corriere della Sera, Raffaele Genah, vice direttore del Tg1, Clemente Mimun direttore del Tg5, Antonio Polito, direttore del Corriere del Mezzogiorno, Maarten Van Aalderen, presidente della Stampa estera in Italia, Sarah Varetto, direttore di SkyTg24, Giovanni Maria Vian, direttore dell’Osservatore Romano, Luigi Vicinanza, direttore editoriale del Gruppo Editoriale L’Espresso, oltre che da Paolo Graldi del gruppo Caltagirone, presidente della giuria, e da Carlo Gambalonga, dell’Ansa, segretario del Premio.

Lina Ben Mhenni


Quest’anno i riconoscimenti sono andati in maggioranza a donne. Il Premio Ischia Internazionale è stato attribuito a Lina Ben Mhenni, trentunenne attivista tunisina, blogger e assistente di linguistica presso l’Università di Tunisi, che con il suo blog, A Tunsian Girl, e i suoi account di Facebook e Twitter segue da anni la drammatica situazione politica del suo Paese, essendo stata tra i critici del regime di Ben Ali e adesso tra gli oppositori del governo, nonostante le minacce ricevute e il dilagare degli estremisti islamici.
Per la carta stampata il riconoscimento ‘Giornalista dell’anno’ è stato assegnato a Fiorenza Sarzanini, inviata editorialista del Corriere della Sera, grande giornalista di inchiesta e di giudiziaria. Lucietta Scaraffia, ideatrice e curatrice dell’inserto mensile Donne Chiesa Mondo sull’Osservatore Romano, ha ricevuto il Premio Mediterraneo.

La redazione di Ansa.it


Mario Orfeo, direttore del Tg1 si è guadagnato il premio per la televisione. Per la sezione giornalismo on line il riconoscimento è stato attribuito al rinnovato sito dell’Ansa. Marino Bartoletti, opinionista sportivo e curatore di documentari sul mondo dello sport ha vinto il Premio Ischia giornalista sportivo.
A un’altra donna, Simonetta Gola di Emergency, è andato il premio ‘Comunicatore dell’anno’, assegnato dalla giuria presieduta da Stefano Lucchini.
La Fondazione Valentino, come da statuto, assegna alcuni riconoscimenti speciali; quest’anno sono andati ad Antonio Manzo per le interviste pubblicate sul quotidiano Il Mattino (premio questo vivacemente contestato dal giudice Antonio Esposito), a Luciano Regolo per aver condotto una lunga battaglia a difesa dell’informazione dalle colonne del quotidiano L’Ora della Calabria, a Marco Salvatore, coordinatore del canale satellitare ‘Doctor’s Life’ dell’Adnkronos.
Infine, il Premio Leonardo Carriero amici dell’isola è stato assegnato a Sergio Lepri che nel 1980 partecipò come giurato alla prima edizione del Premio Ischia.
La novità del 2014, per cui è arrivato a Ischia anche il sottosegretario Luca Lotti, insieme al vice ministro per l’economia Giovanni Legnini, è stata la decisione di assegnare all’interno del Premio Ischia lo storico premio Penna d’Oro riconoscimento alla Cultura della Presidenza del consiglio. L’ha vinto Paolo Mieli, presidente di Rcs Libri, ex direttore del Corriere della Sera, storico e scrittore.
Sky Tg 24 ha seguito e tramesso i vari dibattiti che si sono svolti il 27 e il 28 giugno, e la serata spettacolo della premiazione, condotta da Paola Saluzzi, con la direzione artistica di Giorgio Verdelli, ospiti musicali gli Stadio e Sal da Vin.

Il video della premiazione