Comunicazione

03 luglio 2014 | 11:09

Da Omero a Google Maps, Renzi spazia dai classici al 2.0

(ANSA) Un discorso ricco di citazioni dei grandi classici. Ma anche di un dizionario ’2.0′, da ragazzo di quella generazione Erasmus che da oggi diventa anche la “generazione Telemaco”, di quelli che meritano l’eredità dell’Ue. Matteo Renzi debutta così da presidente di turno Ue all’europarlamento, parlando a braccio con tanti riferimenti: da Anchise a Joyce, da Dante a Enea. Passando per ‘selfie’, Google map, ‘climate exchange” e una “smart Europe”.

Ecco i principali passaggi delle citazioni:
- SELFIE: “cosa vedremmo se l’Europa si facesse un selfie? L’immagine della rassegnazione”. Esordisce così davanti per invitare alla “vera grande sfida del nostro continente”: “ritrovare l’anima dell’Europa, il senso dello stare insieme”.
- GOOGLE MAPS: il vecchio continente non “deve essere solo un puntino su Google Maps», stigmatizza in un passaggio. E parla anche di “climate exchange” e “smart Europe”.
- GENERAZIONE TELEMACO: La “nostra generazione” è come quella di Telemaco, il figlio di Ulisse e Penelope narrato da Omero nell’Odissea. “Dobbiamo fare come lui. Dobbiamo essere eredi, prendere la tradizione da cui veniamo e darla ai nostri figli”.
- ASIA BIBI: la cita per spronare l’Ue a occuparsi non solo di economia ma anche e soprattutto di valori. “Se non reagiamo di fronte” a lei, “in carcere da 4 anni in Pakistan perché cristiana, o a Meriam, o alle ragazze della Primavera araba, o alle liceali rapite da Boko Haram, allora vuol dire non ci sono valori europei, non c’è Europa».
- DA ANCHISE A ENEA: tante, nel suo discorso, le citazioni mitologiche: “Se pensiamo al passaggio del testimone tra Grecia e Italia non pensiamo a cose straordinarie e affascinanti e ricche di suggestione, come il rapporto tra Anchise ed Enea, Pericle e Cicerone, l’agora ed il foro, il tempio e la chiesa, il Partenone e il Colosseo”. Eppoi, in un altro passaggio, “Ulisse affascina e emoziona, ha animato la letteratura antica, da Dante a Joyce…”.
- RINASCIMENTO ITALIANO: un grande classico nei discorsi di Renzi. Che cita anche a Strasburgo ricordando che dalla prima crisi finanziaria europea “è nato il Rinascimento” e con lui la cultura e l’arte.

(ANSA, 2 luglio 2014)

Matteo Renzi (foto Olycom)

Matteo Renzi (foto Olycom)