10 luglio 2014 | 15:38

Digital Magics entra in Mimesi con una quota del 10%

Digital Magics, incubatore certificato di startup innovative quotato sul mercato Aim Italia di Borsa Italiana, ha acquisito una quota del 10% di Mimesi, digital company del media monitoring e delle rassegne stampa.

Grazie a questa operazione, Digital Magics e Mimesi – che fa parte del gruppo DBInformation attivo nell’editoria specializzata e nei servizi BtoB per le imprese – lanciano un importante programma di sviluppo congiunto. Digital Magics – si legge in una nota – metterà a disposizione della partnership tutte le proprie competenze di accelerazione dei business digitali per lo sviluppo dell’azienda, guidata dal Managing Director Marina Bonomi. Sarà facoltà di Digital Magics salire fino al 20% di Mimesi, in relazione al raggiungimento di target concordati.

Enrico Gasperini, presidente e fondatore di Digital Magics

Enrico Gasperini, presidente e fondatore di Digital Magics

Mimesi intende sviluppare un modello di business del tutto innovativo, basato sulla Media Intelligence: la business intelligence attraverso i media. Grazie alla piattaforma tecnologica proprietaria, che sarà implementata da Digital Magics e potenziata con nuove feature, Mimesi fornirà ad aziende e istituzioni un set variegato di servizi: contenuti e analisi approfondite sul mercato di riferimento e sui concorrenti, tramite un processo di ricerca incrociata sui dati pubblicati da tutti i media; servizi di nuova generazione per garantire alle imprese il massimo di informazione e monitoraggio su prodotti, immagine e posizionamento; strumenti particolarmente efficaci per sfruttare al meglio le opportunità offerte dai social network.

Mimesi – continua la nota – è l’unica società in Italia con un archivio completo di tutta la stampa italiana dal 2001 a oggi, ed è stata fra le prime a firmare con FIEG per tutelare i diritti d’autore dei contenuti editoriali. Nel 2012 ha lanciato Mimesi360 – una piattaforma integrata unica che permette di monitorare contemporaneamente oltre 75.000 fonti fra stampa, siti internet, social network, blog e forum. Ha raggiunto 3 milioni di euro di ricavi nel 2013, di cui già oggi il 25% deriva dai servizi sul web e sui social media. Negli ultimi 4 anni il fatturato è cresciuto annualmente del 19%.