Muy confidencial

11 luglio 2014 | 12:59

Iammatteo lascia Enel per Poste Italiane: sarà assistente esecutivo dell’amministratore delegato Caio

L’amministratore delegato di Poste Italiane, Francesco Caio, ha aggiunto un altro tassello alla sua squadra scegliendo Paolo Iammatteo come assistente esecutivo con la responsabilità di affiancarlo nel percorso di trasformazione della società pubblica verso la quotazione in Borsa. Iammatteo lascia la responsabilità della Comunicazione e corporate social responsibility di Enel e il ruolo di consigliere di Enel Cuore, la onlus impegnata in numerosi progetti di solidarietà sociale di cui si è occupato dalla sua costituzione nell’ottobre 2003.

Laureato in lettere e filosofia, 41 anni, sposato, due figli, Iammatteo viene da una rilevante esperienza in Enel dove era entrato nel 2002 a 30 anni nella direzione affari istituzionali e internazionali, dopo un’esperienza alle relazioni esterne in Montedison e nella compagnia telefonica Ipse 2000. Al gruppo energetico si è occupato d’immagine e di corporate identity gestendo importanti budget di pubblicità e sponsorizzazioni; è poi stato a capo della struttura della comunicazione istituzionale e stakeholders seguendo importanti partite come quella della riorganizzazione della comunicazione globale nei 40 Paesi in cui Enel è presente.

Paolo Iammatteo (foto Studio Franceschin)

Paolo Iammatteo (foto Studio Franceschin)