Su Google Plus non è più obbligatorio usare il nome vero

(ANSA) Da oggi non è più obbligatorio utilizzare il proprio nome vero quando si usa Google Plus, il social network di Big G, una regola imposta fin dalla nascita tre anni fa e spesso criticata dagli stessi utenti. Lo ha annunciato la compagnia californiana con un post sul proprio profilo, in cui arriva a chiedere scusa per ‘le esperienze inutilmente difficoltose’ patite da alcuni utenti’, ammettendo che la politica sui nomi è stata spesso ‘poco chiara’. ”Quando abbiamo lanciato Google Plus abbiamo imposto numerose restrizioni sui nomi – scrive la compagnia – e questo ci ha aiutato a creare una comunità fatta di persone vere, ma ha anche escluso una serie di persone che volevano far parte di questo mondo senza usare il proprio nome reale. Nel corso degli anni abbiamo poi allentato i vincoli, e ora stiamo facendo l’ultimo passo: non ci sono più restrizioni su quale nome si può usare”. La politica sui nomi era stata strenuamente difesa da Google, al punto che il direttore generale Eric Schmidt aveva consigliato a chi non voleva usare il proprio nome di ‘cercarsi un altro social network’. (ANSA, 16 luglio 2014)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Milan: Paolo Scaroni nominato presidente. Sarà anche amministratore delegato ad interim

Rai, lunedì la ratifica del nuovo Cda. A seguire ad e presidente designati dal Consiglio dei ministri

Agcom, osservatorio media 1° trimestre: quotidiani in calo (-8,2%); tv maluccio Rai e Mediaset, cresce La7; boom social di Instagram