17 luglio 2014 | 11:00

De Agostini chiude il 2013 con un utile netto di 24 milioni di euro

De Agostini ha registrato nel 2013 un utile netto di gruppo di 24 milioni di euro e stabile rispetto al dato pro forma del 2012. La capogruppo ha registrato un utile di 35,8 milioni, rispetto all’utile di 15,8 milioni del 2012, e prima della riorganizzazione societaria delle holding. Su proposta del Cda, l’assemblea del gruppo di Novara ha deliberato di distribuire 35,2 milioni di euro come dividendo. Lo annuncia una nota.

Il gruppo De Agostini ha segnato nel 2012 ricavi per 4.906 milioni (5.097 milioni nel 2012), un margine operativo lordo di 1.155 milioni (1.151 milioni nel 2012) e un risultato operativo ricorrente, prima delle componenti non ordinarie, di 637 milioni (607 milioni nel 2012). La posizione finanziaria netta a fine 2013 era negativa per 4.011 milioni, in miglioramento di 113 milioni da fine 2012.

Nelle attività editoriali il gruppo ha registrato ricavi in calo del 10% a 1.123 milioni, soprattutto per effetto del calo del Partworks (collezionabile). Il margine operativo lordo ha contenuto il calo da 47 milioni nel 2012 a 43 milioni. Quanto all’attività media & communication (Zodiak, Atresmedia), i ricavi dell’area sono stati di 635 milioni e in calo di 48 milioni, con un margine operativo lordo di 44 milioni, rispetto ai 63 milioni del 2012, per la minor performance di Zodiak Media.

Scarica il comunicato con tutti i risultati 2013 di De Agostini (.pdf)

Marco Drago, presidente di De Agostini (foto Olycom)

Marco Drago, presidente di De Agostini (foto Olycom)