17 luglio 2014 | 15:18

Polillo confermato alla presidenza di Confindustria Cultura. Mazza e Tozzi vice presidenti, Del Giudice direttore

Marco Polillo, presidente dell’Associazione Italiana Editori (Aie), è stato confermato per il secondo mandato presidente di Confindustria Cultura Italia, il sistema federativo delle associazioni di Confindustria delle imprese editoriali, discografiche, cinematografiche, multimediali, dei videogiochi, televisive, dell’intrattenimento audiovisivo e dal vivo, nonché delle imprese distributrici di tali beni e servizi parte del sistema Confindustria.

Marco Polillo

Marco Polillo

Un comparto – spiega una nota – che conta circa 300mila addetti per 17mila imprese e un fatturato annuo di 16 miliardi di euro, e che riunisce in una sola realtà oltre ad Aie (editoria) anche Aesvi (videogiochi), Afi (fonografici), Agis (spettacolo dal vivo), Anes (editoria periodica specializzata), Anica (cinema e audiovisivo), Apt (produttori televisivi), Fem (editoria musicale), Fimi (discografici), Pmi (produttori musicali indipendenti), Univideo (home entertainment).

Due i vice presidenti: nuova elezione per Enzo Mazza (Fimi), conferma alla vicepresidenza per Riccardo Tozzi (Anica). Direttore della Federazione è stato nominato Fabio Del Giudice di Aie.

“Ci impegneremo a fondo per continuare ad affrontare le problematiche che quotidianamente ci si presentano”, dice Polillo, confermato dal consiglio generale per il prossimo triennio. “E rappresentano le sfide del nostro mondo non solo a livello nazionale, ma sempre di più anche a livello comunitario e internazionale. Sono onorato di poter proseguire il lavoro nella direzione della difesa del diritto d’autore e della valorizzazione dell’industria dei contenuti.”

Obiettivo principale di Cci – continua la nota – è infatti la tutela dei diritti e degli interessi collettivi degli associati sul piano nazionale, comunitario ed internazionale, la lotta alla pirateria audiovisiva, discografica, editoriale e multimediale in ogni sua modalità di espressione.