New media, TLC

23 luglio 2014 | 10:12

Apple oltre le attese: balzo delle vendite di iPhone. Microsoft rallenta

(ANSA) Apple supera le attese con il balzo delle vendite di iPhone. Rallenta invece Microsoft: l’utile netto cala del 7,1% a 4,61 miliardi di dollari su ricavi per 23,38 miliardi di dollari, il 18% in piu’ rispetto all’anno scorso. A pesare sui conti di Redmond e’ Nokia, il cui impatto negativo mette in ombra le performance forti di Windows, Office e di altri software. ”Sono orgoglioso che la nostra aggressiva spinta sul cloud stia dando risultati” afferma l’amministratore delegato di Microsoft, Satya Nadella. Pronta alla scommessa di un iPhone con lo schermo grande, Apple annuncia risultati in crescita, oltre le attese. L’utile netto del terzo trimestre sale del 12%, a 7,75 miliardi di dollari. I ricavi sono aumentati del 6%, a 37,4 miliardi di dollari. Il margine lordo e’ stato del 39,4%, rispetto al 36,9% registrato nello stesso trimestre di un anno fa. Le vendite internazionali hanno rappresentato il 59% del fatturato trimestrale. Apple ha venduto 35,2 milioni di iPhone, il 13% in piu’ rispetto all’anno scorso e 13,3 milioni di iPad. ”Il nostro fatturato record per il trimestre di giugno e’ stato alimentato dalle forti vendite di iPhone e Mac e dalla continua crescita dei ricavi dall’ecosistema Apple, alla base del piu’ alto tasso di crescita del nostro utile per azione in sette trimestri” afferma l’amministratore delegato di Apple, Tim Cook, sottolineando che ”siamo incredibilmente entusiasti delle prossime versioni di iOS 8 e OS X Yosemite, così come di altri nuovi prodotti e servizi che non vediamo l’ora di introdurre”. ”Abbiamo generato 10,3 miliardi di dollari in cash flow dalle operation e abbiamo restituito oltre 8 miliardi di dollari in cash agli azionisti attraverso i dividendi e riacquisti azionari nel corso del trimestre di giugno”, mette in evidenza il chief financial officer, Luca Maestri. ”Abbiamo in questo modo agito su oltre 74 miliardi di dollari, rispetto ai 130 miliardi di dollari previsti dal nostro programma di ritorno del capitale, con sei trimestri che rimangono per il suo completamento”. (ANSA, 23 luglio 2014)

Tim Cook (foto Olycom)

Tim Cook (foto Olycom)