Protagonisti del mese

24 luglio 2014 | 12:06

Banzai Media – Andrea Santagata: “Ci vuole tempo per avere successo nell’editoria online”

“Nel web affermare un prodotto giornalistico è un processo lungo e ci vogliono investimenti”, dice Andrea Santagata, ad di Banzai Media che con il suo amato Post, dopo cinque anni di lavoro e un investimento di due milioni di euro, registra finalmente forti incrementi dei ricavi e l’anno prossimo vedrà il break even. “Soldi ben spesi”, dice, “perché crediamo sia strategico controllare una realtà digitale importante in un settore come l’informazione che è e resterà centrale non solo dal punto di vista dei ricavi”.

Andrea Santagata

Andrea Santagata

Le dimissioni del direttore di Linkiesta, Marco Alfieri, dopo l’annuncio da parte della proprietà di nuovi tagli alla redazione sono l’ennesimo campanello d’allarme sulla situazione dell’editoria digitale. “I nostri bilanci sono oggettivamente inguardabili e non abbiamo ancora trovato modelli di business che reggano, per cui Linkiesta non è un progetto editoriale sostenibile anche se stiamo facendo del buon giornalismo e stiamo provando a innovare”, ha scritto Alfieri pochi giorni prima di lasciare l’incarico in un editoriale che ha il coraggio di affrontare senza reticenze il tema delicato e complesso della sostenibilità dei giornali on line in una fase storica transitoria nella quale la carta regge ancora l’intero sistema pur avendo una prospettiva di vita limitata. “Chi lavora nell’editoria non può non sapere come vanno le cose, anche se non ce lo si dice mai per solidarietà di casta”, scrive Alfieri mentre il 23 luglio gli azionisti di Linkiesta – tra cui Anna Maria Artoni, Guido Roberto Vitale, Andrea Tavecchio, Fabio Coppola, e Pietro Fioruzzi – devono decidere se sottoscrivere un aumento di capitale da 1,1 milione di euro o mandare in liquidazione la società.

L’articolo integrale è sul mensile Prima Comunicazione n. 452 – Agosto 2014

Clicca qui per scaricare la tua copia digitale