Manager

24 luglio 2014 | 11:55

Massimiliano Ventimiglia è cdo di Wpp Italia. Il fondatore e ceo di H-Art affianca Costa nello sviluppo digitale del gruppo pubblicitario

Il country manager di Wpp Italia Massimo Costa ha nominato Massimiliano Ventimiglia chief digital officer del gruppo. Ventimiglia, ceo e founder dell’agenzia di marketing e comunicazione integrata H-Art, mantiene le sue cariche e affianca Massimo Costa nello sviluppo di nuovi modelli di business in ambito digitale e nell’accelerazione della diffusione della cultura dell’innovazione all’interno del gruppo Wpp in Italia.

«Aver introdotto la figura del Chief Digital Officer di Gruppo è una decisione strategica per guidare lo sviluppo della nostra offerta – commenta Massimo Costa – Saremo ancora di più al fianco delle aziende, per cogliere le opportunità che le tecnologie e le nuove professionalità digitali mettono a disposizione del marketing e della comunicazione. In un momento storico in cui la relazione tra marche e consumatori sta cambiando, il sostegno di Massimiliano nella diffusione di nuove conoscenze e di una nuova consapevolezza della rilevanza strategica della cultura digitale è particolarmente importante».

Massimiliano Ventimiglia

Massimiliano Ventimiglia

Nato a Taranto nel 1976 e laureato in Economia all’Università Ca’ Foscari di Venezia, Ventimiglia ha sviluppato tutta la sua carriera nel mondo della comunicazione digitale e della tecnologia. Nel 2008 ha fondato H-ART, che è entrata a far parte del Gruppo WPP nel 2009. Inserita nel contesto di GroupM, H-ART ha trovato le condizioni ideali per svilupparsi e da allora è cresciuta costantemente sia a livello nazionale sia internazionale.

«Sono molto onorato della stima e della fiducia accordatami dal Gruppo per affrontare una sfida così importante – dichiara il nuovo CDO, Massimiliano Ventimiglia – Le tecnologie digitali migliorano la vita di tutti. Nel mio caso, per esempio, hanno aperto mondi che avrei raggiunto con maggiore difficoltà e molto più tempo, permettendomi di approfondire temi che mi appassionano e fornendo strumenti di lavoro straordinari».

Ventimiglia affiancherà Costa nell’attività di advisoring alle società del Gruppo. Tra gli obiettivi che perseguiranno: la conferma della leadership di WPP Italia nel digitale e la diffusione ancora più capillare della cultura dell’innovazione.

Altri compiti del nuovo CDO di WPP Italia saranno favorire l’integrazione e il coordinamento tra le società del Gruppo, scoprire e valorizzare i talenti e individuare nuove opportunità di crescita e di M&A.

Bio di Massimiliano Ventimiglia – CEO e Fondatore di H-ART
Nato a Taranto nel 1976, Massimiliano Ventimiglia è appassionato di internet fin dagli albori del mondo digitale. E sono proprio le tecnologie digitali ad aver migliorato la sua vita, come lui stesso sottolinea: “ha aperto mondi che avrei raggiunto con maggiore difficoltà e molto più tempo, permettendomi di approfondire temi che mi appassionano e fornendo strumenti di lavoro straordinari”.
Nel 2000 si laurea in Economia all’Università Ca’ Foscari di Venezia, abbinando durante gli studi veneziani anche un corso alla britannica Warwick Business School. Nel 2001 segue un corso di specializzazione in marketing alla SDA Bocconi, School of Management dell’Università Bocconi. Nello stesso anno inizia a lavorare nel mondo del web come internet marketing & communication specialist in E-TREE, una delle più importanti web agency nate all’inizio degli anni 2000. Quattro anni più tardi l’amore per internet diventa totale: crea insieme a Riccardo Donadon a Treviso il venture incubator H-FARM, per poi dar vita nell’aprile 2005 a H-ART, di cui oggi è CEO. H-ART è una delle più importanti agenzie digital del panorama italiano specializzata nello sviluppo di soluzioni ad alto impatto innovativo digitale e marketing multiscreen. Nel febbraio 2009 è diventata parte di GroupM, holding delle attività media del gruppo WPP.
Dagli interessi molteplici, Massimiliano è da sempre un appassionato di astronomia: una passione nata dal fascino che lo spazio esercita su tutti noi sia per la dimensione fisica dei territori da scoprire sia per le sue valenze simboliche.