Comunicazione, Editoria

29 luglio 2014 | 15:41

Regione Lazio: Commissione Vigilanza sul pluralismo dell’informazione al lavoro

(ITALPRESS) Prosegue al Consiglio regionale del Lazio il lavoro di audizioni in Commissione Vigilanza sul pluralismo dell’informazione, presieduta da Giuseppe Emanuele Cangemi (Ncd), per raccogliere suggerimenti e proposte per un nuovo testo sull’Informazione e la Comunicazione. Renato Sorace, presidente di Radio Citta’ futura ha suggerito di inserire nel testo nel nuovo testo unico della Comunicazione la “questione lavoro” intesa come salvaguardia dell’occupazione al di la’ di questioni spesso “ipocrite”, cosi’ le ha definite, che si fanno sull’editoria. Sulle possibili modalita’ per sviluppare nuove soluzioni alla crisi che ha coinvolto negli ultimi anni la stampa, la tv e le emittenti radio locali, con oltre 250 mila impiegati nel settore a Roma, si e’ soffermato invece il professor Elio Matarazzi dell’associazione Articolo 21.
Per l’associazione “21 luglio” invece e’ intervenuto Danilo Giannese. Davide Colella per radio “articolo 1″. Il presidente della commissione Cangemi, a conclusione dell’incontro ha sottolineato come “il lavoro di confronto con gli operatori del settore, continuera’ anche nel momento della stesura della bozza, prima di approdare in aula, con tempi e modalita’ da stabilire”. Intanto la consigliera Marta Bonafoni (Per il Lazio) ha anticipato un’audizione con la testata storica Il Manifesto, in crisi, di cui proprio oggi si decidera’ la sorte. Presente all’audizione anche il presidente del Corecom, Michele Petrucci. (ITALPRESS, 29 luglio 2014)