Cairo Communication: nel 1° semestre utile a 14,5 milioni

(AGI) Il gruppo Cairo communication ha chiuso il primo semestre del 2014 con un utile netto di 14,5 milioni di euro, in crescita rispetto al corrispondente periodo del 2013; la prima meta’ dello scorso esercizio, chiusa con un utile di 63,6 milioni di euro, includeva infatti 55 milioni di euro di proventi non ricorrenti legati all’acquisizione di La7, importo rettificato retroattivamente nella seconda meta’ dell’anno. I ricavi consolidati – si legge nella nota della societa’ – sono stati nel periodo pari a 142,2 milioni di euro, sostanzialmente stabili rispetto ai 143,4 milioni della prima meta’ del 2013; il margine operativo lordo si e’ attestato a 16 milioni di euro (+27,6%) e il risultato operativo a 14 milioni (+27,5%). La sola gestione di La7 nel primo semestre 2014 ha generato un margine operativo lordo positivo di 4,9 milioni di euro, a fronte della perdita di 28,7 milioni del 2013, e “non ha assorbito cassa”, sottolinea la Cairo communication.
Nella restante parte dell’anno “l’evoluzione della situazione generale dell’economia potrebbe condizionare il pieno raggiungimento degli obiettivi”, si legge nella nota. In particolare, nel secondo semestre il gruppo “continuera’ a perseguire lo sviluppo dei suoi tradizionali settori di attivita’ (editoria periodica e raccolta pubblicitaria) per i quali considera realizzabile l’obiettivo di continuare a conseguire risultati gestionali positivi”. Per La7 l’obiettivo resta “consolidare i risultati degli interventi di razionalizzazione e riduzione dei costi realizzati nei primi quattordici mesi di attivita’”. (AGI, 5 agosto 2014)

Urbano Cairo (foto Olycom)

Urbano Cairo (foto Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi