Reporter russo scomparso in Ucraina, scatta campagna #freeAndrew

(ASCA) Sette giorni senza notizie del fotoreporter russo Andrei Stenin e l’agenzia Rossiya Segodnya ha lanciato una campagna per la sua liberazione, traducendo nell’hashtag #freeAndrew la convinzione delle autorita’ russe che il giornalista sia stato catturato dalle forze ucraine. Stenin, 33 anni, professionista di grande esperienza dell’agenzia Ria Novosti, anche come inviato in zone di guerra, e’ arrivato a meta’ maggio in Ucraina. In questi mesi, e fino al 5 agosto, quando la redazione non e’ piu’ riuscita a contattarlo, ha realizzato fotoreportage da Kiev e dai bastioni dei ribelli separatisti nell’Est del Paese, come Lugansk, Mariupol, Donetsk. Il Comitato di inchiesta russo ha avviato ieri un’indagine, con l’ipotesi di un “sequestro” da parte delle forze di sicurezza ucraine. Negli ultimi due mesi altri tre giornalisti russi, dispersi per giorni, sono poi risultati in stato di arresto. A giugno nell’Est dell’Ucraina sono stati uccisi tre giornalisti russi e a fine maggio ha perso la vita il fotoreporter italiano Andrea Rocchelli. (ASCA, 13 agosto 2014)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Giornalisti, ok a linee guida di riforma Odg: si chiamerà Ordine del Giornalismo, stop praticantato, elenco unico… – DOCUMENTO

Editori al contrattacco: Governo agisce al contrario degli altri Paesi europei. Riffeser: sì a confronto, no a minacce e denigrazioni

Profondo restyling per A&F di Repubblica, in edicola dal 22 ottobre. Calabresi: fatwa di Di Maio ha portato abbonamenti