Per esibirsi al Superbowl le star ora dovranno pagare

(TMNews) La National Football League americana, la federazione che organizza il Superbowl sta pensando di invertire l’onere del cachet. Vale a dire che per esibirsi in uno show visto da quasi 120 milioni di persone nel mondo, con passaggi pubblicitari milionari non sono gli organizzatori che devono pagare le star ma queste che devono versare una quota a chi mette in piedi lo show. Secondo il Wall Street Journal per il 2015 sono stati contattati Coldplay, Rihanna e Katy Perry, ma le risposte sono state un po’ freddine. La Nfl, però, non vuol recedere. Lo show di metà partita è un business enorme cui non vogliono rinunciare.(TMNews, 20 agosto 2014)

Chris Martin, leader dei Coldplay (foto Olycom)

Chris Martin, leader dei Coldplay (foto Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi