Comunicazione, Televisione

25 agosto 2014 | 19:16

M5S chiede il licenziamento del direttore del Tg1 Orfeo e di due giornalisti. “In onda un servizio che distorce la realtà dei fatti”

(TMNews) “Orfeo, Mazzola e Matano licenziati”: è questa l’intimazione del blog Beppegrillo.it alla Rai contro il direttore e due giornalisti del Tg1. “Stop alla disinformazione del Tg1″, scrive l’organo ufficiale del Movimento 5 stelle, che riferisce di una interrogazione indirizzata alla presidente della Rai Anna Maria Tarantola, presentata dai componenti M5S della commissione parlamentare di Vigilanza sulla tv pubblica Dalila Nesci, Alberto Airola, Mirella Liuzzi, Lello Ciampolillo, Gianni Girotto. Al presidente Rai il Movimento chiede se non ritenga di dover sollevare Orfeo dall’incarico e quali provvedimenti intenda adottare nei confronti degli altri due giornalisti.

“Nel corso dell`edizione serale delle ore 20 del Tg1 del 22 agosto, a parere dell`interrogante – si legge nel documento pubblicato sul blog, che elenca in premessa alcune norme relative agli obblighi dell’informazione Rai – è andato in onda un servizio che clamorosamente distorce la realtà dei fatti, contravvenendo ai succitati principi. La questione tocca un argomento profondamente delicato: l`assassinio-esecuzione da parte dei jihadisti del giornalista statunitense James Foley e la guerra al terrorismo condotta dalle forze occidentali. Il mezzobusto Alberto Matano affermava: “E sull`atteggiamento da tenere con gli islamisti dell`Isis i Cinque Stelle sono di nuovo nella bufera. Grillo dice: ‘non è vero che dialoghiamo con i terroristi’, ma Di Battista insiste: ‘Foley è stato ucciso dall`imperialismo americano’”.

Beppe Grillo (foto Livesicilia)

Beppe Grillo (foto Livesicilia)

Per il Movimento 5 stelle “la dichiarazione di Matano è assolutamente falsa e non rispondente alla realtà dei fatti. Nel post menzionato Di Battista sviluppa un altro tipo di ragionamento secondo il quale violenza genera violenza e, anzi, definisce l`esecuzione ‘indecente, barbara, inaccettabile’. E’ evidente l`assoluta discordanza tra quanto scritto da Di Battista e la ricostruzione di Alberto Matano secondo cui il deputato avrebbe detto che ‘Foley è stato ucciso dall`imperialismo americano’”.