30 agosto 2014 | 10:36

‘Eccoci, siamo tornati’. A un mese dallo stop in edicola L’Unità torna online grazie al lavoro volontario dei giornalisti

A un mese (era il 31 luglio) dalla sospensione delle pubblicazioni in edicola L’Unità torna sul web all’indirizzo www.unita.it  grazie al lavoro volontario dei giornalisti in cassa integrazione. 

Nell’editoriale che spiega il ritorno online si legge che “Eccoci, siamo tornati. Abbiamo volutamente usato un titolo storico dell’Unità per dire ai nostri lettori che non ci arrendiamo e vogliamo che la voce del giornale fondato da Antonio Gramsci sia in campo con la forza della sua storia e con l’intelligenza del suo futuro. Abbiamo deciso di farlo assumendocene pienamente la responsabilità. E’ grazie al lavoro di giornalisti e poligrafici (lavoro volontario, gratuito) che questo sito si riaccende.

L’ULTIMA PRIMA PAGINA DELL’UNITA’ IN EDICOLA (31 LUGLIO 2014)


Non potevamo restare in silenzio mentre il Paese vive momenti difficili, il lavoro manca, le fabbriche chiudono e il governo Renzi tenta con difficoltà di affrontare l’emergenza economica. Non potevamo restare in silenzio mentre il mondo si trova prigioniero di nuove guerre e le tensioni arrivano nel cuore dell’Europa.

Da oggi siamo qui, ogni giorno, per dire la nostra. Abbiamo bisogno del vostro sostegno, la comunità del nostro giornale è più forte di qualsiasi avversità.
Buona Unità a tutti.”

Luca Landò, direttore de L'Unità

Luca Landò, direttore de L’UnitàLuca Landò, direttore de L’Unità