Muy confidencial

10 settembre 2014 | 17:37

Il nuovo Corriere della Sera va in edicola il 24 settembre in formato Berliner

La mattina di martedì 24 settembre il Corriere della Sera sarà in edicola con il nuovo formato Berliner, in pratica uguale a quello della Gazzetta dello Sport e della Stampa.

Messi da parte i cinque progetti presentati da Innovation, la trasformazione del quotidiano diretto da Ferruccio de Bortoli è stata realizzata dal team grafico del Corriere coordinato da Gianluigi Colin, l’art director che ha realizzato tutte le innovazioni grafiche del giornale negli ultimi trent’anni.

La completa rivisitazione della grafica è attuata sulla linea dell’innovazione nella tradizione: sono stati mantenuti i caratteri e anche la stessa identità del giornale, valorizzando contemporaneamente la parte fotografica in un percorso più schematico e attraente che punta a facilitare la lettura.

Ferruccio de Bortoli, direttore del Corriere della Sera (foto Olycom)

Ferruccio de Bortoli, direttore del Corriere della Sera (foto Olycom)

  • Alberto Cesare Ambesi

    In linea di principio, si dovrà salutare con vivo interesse il mutamento preannunciato, poiché si direbbe concepito per attrarre nuovi lettori, ma senza dimenticare – mi sembra- il tradizionale dovere di affrontare con profondità i più vari contenuti. Non per nulla, la laicità è un atteggiamento intellettivo che supera il laicismo, così come il liberalismo è (o dovrebbe essere) un atteggiamento politico e meta-politico che ingloba e corregge il liberismo. Verità – a personalissimo, mio giudizio, che non dovranno mai essere dimenticate dal rinnovato “Corriere della Sera”