” La vita in diretta”: per 29 settimane direttamente da Expo gate di Milano

(AGI) Rai1 e l’Expo 2015 di Milano da oggi, e per 29 settimane, “La Vita in Diretta” trasmettera’ da Expo Gate. Con l’avvicinarsi della data di apertura dell’Esposizione Universale, fissata per il primo maggio 2015, il programma di Rai1 focalizzera’ sempre piu’ l’attenzione sui temi, i progetti e le storie di cui si compone Expo Milano 2015.

Fino a fine aprile, le puntate del venerdi’ si arricchiranno di collegamenti live con il capoluogo lombardo: Cristina Parodi condurra’ infatti la trasmissione dagli spazi di Expo Gate, davanti al Castello Sforzesco, mentre Marco Liorni – l’altro conduttore del programma pomeridiano della rete ammiraglia Rai – sara’ in studio a Roma.

All’interno dello storico programma in onda dalle 16 alle 18,45 si apre quindi una finestra settimanale di approfondimento sulla manifestazione che si terra’ dal prossimo primo maggio al successivo 31 ottobre a Milano.

Servizi e ospiti in studio permetteranno di raccontare sia lo stato avanzamento dei lavori sia come i Paesi del mondo interpreteranno il tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”. Gia’ durante l’appuntamento di oggi viene trasmesso il video del drone che ogni settimana sorvola il sito che ospitera’ l’Esposizione Universale. Le immagini, realizzate da TIM4Expo con le nuove tecnologie  come il 4G di Tim  permettono a tutti i cittadini di seguire le fasi finali del completamento dei lavori: sono infatti disponibili anche sui canali web e social di Expo Milano 2015 e di Telecom Italia, Global Official Partner dell’evento, direttamente coinvolto nell’iniziativa. (Agi, 3 ottobre 2014)

Cristina Parodi

Cristina Parodi

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi