Italiaonline ritira il piano di sbarco in Borsa

(Mf-Dj) Italiaonline ritira il piano di sbarco in Borsa. Italiaonline e Libero Acquisition, si legge in una nota, hanno deciso di “far venire meno il collocamento presso investitori istituzionali a causa delle avverse condizioni e forte volatilità dei mercati azionari europei e delle performance di recenti Ipo” che “non consentono un pieno apprezzamento delle potenzialità dell’azienda”; di conseguenza, procedono “al ritiro integrale dell’Offerta Globale di Vendita e Sottoscrizione”.

Antonio Converti, presidente e ceo di Italiaonline

Antonio Converti, presidente e ceo di Italiaonline

La società conferma tuttavia che “con il supporto del proprio azionista di riferimento continuerà nel percorso di crescita intrapreso, che prevede lo sviluppo sia per crescita organica che per linee esterne”.

“La nostra società è caratterizzata da una storia di sviluppo; con l’acquisizione di Matrix e la successiva fusione abbiamo dimostrato di saper crescere velocemente e in maniera sostenibile” – ha commentato Antonio Converti, a.d. di Italiaonline. “Oggi siamo un gruppo in crescita sia in termini di ricavi che di marginalità e di generazione di cassa. Nel primo semestre 2014 Italiaonline ha generato ricavi per 47,6 milioni di euro con un Ebitda margin del 32,7%, e ha registrato un aumento nel secondo trimestre 2014 del 12,3% nel display advertising rispetto allo stesso periodo del 2013. Al 30 giugno 2014 la posizione finanziaria netta è positiva per 19,1 milioni di euro”.

“Italiaonline ha un grande potenziale – ha aggiunto Khaled Bichara, presidente del gruppo controllato da Naguib Sawiris – e la decisione di ritirare l’Ipo non influenza minimamente i nostri piani di espansione”.

Mf-Dj, 7 ottobre 2014

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente di Vodafone Italia, Pietro Guindani, alla guida di Asstel

Sciopero ad Askanews dopo la richiesta di 50 esuberi e cassa integrazione al 70%

A Igort (Igor Tuveri) la direzione di Linus edita da Baldini+Castoldi