09 ottobre 2014 | 16:17

Il Corriere del Mezzogiorno dà vita a OrizzonteSud, un progetto per raccontare il Meridione che ce la fa

Parte da Palermo venerdì 10 ottobre OrizzonteSud, un progetto del Corriere del Mezzogiorno che mira a raccontare il Meridione che ce la fa rendendo protagonisti gli attori positivi dei diversi settori produttivi, sociali e istituzionali dei territori. OrizzonteSud sarà in edicola con il Corriere della Sera il 10 ottobre in anteprima in Sicilia, e lunedì 13 sarà distribuito con il Corriere del Mezzogiorno in Campania e Puglia.

Il nuovo progetto – si legge in una nota Rcs – sarà presentato venerdì 10 a Palermo a Palazzo delle Aquile alla presenza del sindaco Leoluca Orlando, con un dibattito sulla capacità di andare controcorrente e vincere la crisi e la cappa di negatività che avvolge il Sud Italia.

Antonio Polito (foto Olycom)

Antonio Polito (foto Olycom)

Nato da un’idea del direttore Antonio Polito, OrizzonteSud in tappe successive sarà presentato con iniziative analoghe in Calabria, Basilicata, Puglia e Campania, sempre raccontando le eccellenze locali e chiamando all’appello il territorio e i social network. “Con OrizzonteSud il Corriere del Mezzogiorno vuole scoprire e valorizzare il Meridione che va, che lavora, innova, produce valore, ricchezza e cultura”, spiega Polito. “È tutto un mondo di eccellenze spesso sommerse, un Mezzogiorno che vogliamo aiutare a far notizia”.

L’inserto in questa sua prima uscita fa il punto sulle buone pratiche nel palermitano, che spaziano dal campo dell’ambiente a quello della tecnologia, e racconta alcune delle eccellenze: l’esperienza di Addiopizzo, il comitato antiracket attorno al quale si è sviluppato un circuito virtuoso capace anche di generare posti di lavoro; le start up premiate dall’Università del capoluogo siciliano; la storia dell’azienda Mosaicoon, azienda palermitana nata nel 2007 e già leader nella produzione di video pubblicitari per il web; la scuola-teatro Emma Dante, figlia dell’esperienza dell’attrice, regista e drammaturga siciliana; il racconto del sindaco Leoluca Orlando, che elenca le conquiste, per esempio nel settore dei trasporti pubblici, e parlando di Palermo spiega: “Non è un quadro, ma un mosaico. È una città mediorientale in Europa, il punto d’incontro tra Schengen e il mondo arabo”; le voci di scrittori emergenti e di tre giovani designer-stilisti palermitani come Vincent Billeci, Totho Salvatore Priano (che ha lanciato il brand Nhivuru) e Sergio Daricello.

Alla presentazione della prima uscita, oltre al sindaco Orlando, saranno presenti Roberto Alajmo, scrittore e direttore artistico del Teatro Biondo Stabile, che racconterà il suo sguardo sul mondo culturale della città; Vito Varvaro, presidente di Cantine Settesoli e tesoriere di Save The Children, un imprenditore che testimonia l’eccellenza siciliana impegnata anche nel sociale; il rettore dell’Università di Palermo Roberto Lagalla e Ugo Parodi Giusino, presidente e amministratore delegato di Mosaicoon. Moderatore del dibattito il direttore Polito.