Comunicazione

13 ottobre 2014 | 15:34

“Garantire il rispetto dei diritti e della dignità delle persone, in particolare i soggetti più vulnerabili”, cosi’ si esprime Laura Boldrini sui diritti internet a Montecitorio

(TMNews)  Anche sul fronte di internet ” l’obiettivo che deve ispirare l’operato dell’ unione europea è quello di garantire il rispetto dei diritti e della dignità delle persone, salvaguardando in particolare i soggetti più vulnerabili. Ciò dovrà avvenire, come bene ha sottolineato la corte di giustizia in una recente sentenza, senza pregiudicare le ragioni della sicurezza e anche le prospettive del mercato”. Lo ha detto la presidente della Camera Laura Boldrini in occasione della riunione interparlamentare delle commissioni competenti in materia di diritti fondamentali a Montecitorio.

“Le stesse nazioni unite hanno infatti riconosciuto ‘il diritto ad internet’ come diritto umano – ha spiegato Boldrini -. In questo senso, se, per un verso, la Rete offre enormi opportunità di conoscenza e di scambio, anche economico, per altro verso, espone gli utenti a possibili abusi, frodi o violazioni del diritto alla riservatezza. In taluni casi tali violazioni hanno assunto dimensioni di massa e sono risultati particolarmente gravi anche perché operati da organismi riconducibili a responsabilità di Stati stranieri”.

La presidente della Camera ha quindi presentato il lavoro svolo su questo tema dal Parlamento italiano: “E’ stata costituita un’apposita commissione composta da esperti della materia e da deputati particolarmente attivi su queste questioni, che ha elaborato una dichiarazione di principi relativi ai diritti e ai doveri in internet. Dal prossimo 27 ottobre, si aprirà una consultazione pubblica in modo tale che si possa avere la più ampia partecipazione possibile anche da parte dei cittadini e dei diversi soggetti interessati”. Secondo Boldrini infatti, in particolare il parlamento deve assumere “una precisa responsabilità” su questi temi: “fornire un contributo fattivo per giungere finalmente all`adozione di una Carta dei diritti in internet”. (tmnews 13 ottobre 2014)

Laura Boldrini

Laura Boldrini