New media

14 ottobre 2014 | 15:02

Violati 7 milioni di account Dropbox, ma la società smentisce

(ANSA) Dopo il furto di foto sexy di star come Jennifer Lawrence e quello di immagini dall’app Snapchat popolare tra i ragazzini, un altro attacco hacker. Questa volta colpisce Dropbox. Sette milioni di account del popolare servizio di archiviazione dati sulla nuvola del web sarebbero stati violati e alcune credenziali pubblicate in rete. “Username e password sono stati rubati da altri servizi ed usati per cercare di effettuare l’accesso agli account Dropbox”, fa sapere la società in una nota. “Attacchi come questo – continua Dropbox – sono uno dei motivi per cui incoraggiamo fortemente gli utenti a non usare le stesse password attraverso vari servizi. Per un livello di sicurezza aggiuntivo, consigliamo sempre di attivare un processo di verifica a due passaggi sul vostro account”. Nelle scorse settimane, dopo il furto di foto ose’ di attrici di Hollywood, Apple ha aumentato la sicurezza di iCloud introducendo proprio la doppia autenticazione. Mentre è di qualche giorno fa la notizia che sono stati rubati oltre 3 Gb di foto e video da Snapchat, l’app usa e getta molto popolare tra i ragazzini statunitensi. Anche in questo caso gli hacker si sono intrufolati sfruttando un’applicazione di terze parti. Dropbox, nata a San Francisco nel 2007, è vicina ai 300 milioni di utenti nel mondo: lo scorso aprile ne contava per l’esattezza 275 milioni. Offre un sistema di archiviazione in Rete gratis fino a 2 Gb di spazio. (ANSA, 14 ottobre 2014)