Televisione

14 ottobre 2014 | 15:18

Fico: “La riforma della governance Rai è materia del parlamento”

(ANSA) “La riforma della governance Rai deve discendere dal Parlamento. Più che un ddl del governo, servirebbe un’iniziativa parlamentare”. E’ l’idea lanciata dal presidente della Vigilanza Rai, Roberto Fico, che chiede ai gruppi parlamentari di “lavorare insieme ad una proposta di legge”. “La riforma della governance è assolutamente materia del Parlamento – ha sostenuto Fico a margine di un convegno organizzato dalla Rai – ed è il Parlamento che deve affrontarla anche in tempi non velocissimi per riformare il servizio pubblico da qui a 10 o 20 anni. Nella riforma dovremo far comprendere perché vengono eletti i consiglieri e quali meriti hanno. Se la tv è il quarto potere, deve essere trattato come tale, garantendo una netta divisione rispetto agli altri poteri”. Fico ha ricordato che il Movimento 5 Stelle ha predisposto una propria proposta di riforma della Rai e “si accinge a presentarla”. “Anche il Pd – ha proseguito – ha delle sue proposte. Occorre quindi arrivare ad una sintesi per rifondare il servizio pubblico”. A chi gli chiedeva se in assenza di una riforma, alla scadenza dell’attuale Cda Rai nella prossima primavera, si rivoterà con la legge Gasparri, Fico ha risposto: “Spero di no, ma se non avremo una riforma spero che si segua un altro tipo di percorso. Il M5s non ha aspettato che cambiassero le leggi per assumere un comportamento diverso in più occasioni ben note. In Italia dietro la legge spesso si nasconde l’inganno, anche in questo caso occorrerà trovare una soluzione all’inganno”. (ANSA, 14 ottobre 2014)

Roberto Fico (foto Olycom)

Roberto Fico (foto Olycom)