Mercato

14 ottobre 2014 | 16:19

I 7 consigli di MyThings per ottimizzare le campagne natalizie

MyThings, società specializzata in display advertising, presenta i 7 consigli chiave per ottimizzare le campagne di retargeting in vista delle feste natalizie.

Mario Fiasconaro

Mario Fiasconaro

“Il periodo di Natale rappresenta un momento dell’anno estremamente favorevole per l’e-commerce”, dice Mario Fiasconaro, managing director myThings Italia. “I digital retailer si trovano fra le mani un’attività, lo shopping online, che nel periodo delle feste, secondo le stime, segna una crescita a due cifre. I device mobili, inoltre, hanno reso l’e-shopping più accessibile di sempre, anche se ciò ha complicato non poco le cose: i consumatori, infatti, passando continuamente da un dispositivo all’altro rendono difficile la loro profilazione. Inoltre sono meno attenti di prima, visitano meno pagine e spendono meno tempo su ogni sito. In più sono esigenti e sono molto attenti alla qualità della loro esperienza di consumo: per questo è molto importante che ogni campagna di advertising e di retargeting sia studiata con un certo anticipo per raggiungere la massima efficacia.”

Ecco i consigli:
1. Inizia ora!: l’anno scorso, secondo Google trends, le prime ricerche che riguardavano argomenti inerenti al Natale sono state effettuate a metà Ottobre, seguite da campagne specifiche che sono iniziate i primi giorni di Novembre. Per cui, è importante mettere a punto un messaggio ad hoc e la giusta creatività per tutti coloro che stanno già pensando ai regali di Natale.

2. Sfrutta quello che hai: oltre a incrementare le offerte durante date cruciali dell’anno (come il Black Friday o il Cyber Monday per il mercato americano – giorni in cui iniziano i saldi, che corrispondono ai primi di Gennaio per l’Italia), la vera differenza durante un periodo di altissima concorrenza può farla un’attenta analisi del CRM – nello specifico quali acquirenti hanno comprato quali prodotti l’anno (o gli anni) precedenti in vista delle festività. Uno studio di IAB ha rivelato che il 28% dei consumatori sarebbe disposto a condividere le proprie informazioni personali con i retailer per ricevere annunci pubblicitari pertinenti e personalizzati.
I dati che possedete su un utente possono essere facilmente aggiunti a una campagna di retargeting (proprio come si fa con un prodotto). Questo consentirà di proporre offerte precise e indirizzate a consumatori ben profilati, a cui verranno mostrati i consigli di acquisto dei prodotti di spicco del periodo natalizio, ancora prima che questo sia iniziato.
La forte competizione fra i rivenditori online genera un costo dei media più alto. Di conseguenza il consiglio è quello di aumentare il budget poiché il valore totale che genererà ogni utente durante la stagione natalizia è molto più alto del valore dell’ordine medio (rispetto al resto dell’anno).

3. Non dimenticare alcun device: un altro uso fondamentale dei vostri dati CRM è la possibilità di sfruttare i dati di log-in per l’identificazione degli utenti e consentire un accurato retargeting su più dispositivi. Con un consumatore sempre più abile a passare da un device all’altro, questo è il metodo più affidabile per generare un’esperienza a 360° fra più canali, tutti sincronizzati fra loro, e chiudere il ciclo di attribuzione per misurare effettivamente il ROI.
Con un recente studio grazie al quale abbiamo tracciato le conversioni, è emerso che il 62% di utenti provenienti da diverse piattaforme iniziano la loro navigazione da un dispositivo mobile – il 45% dei quali sono smartphone – e il 60% di loro effettua la conversione da smartphone o tablet. Con il settore mobile che riveste un ruolo così cruciale, bisogna essere sicuri che l’esperienza dai device portatili sia assolutamente ottimizzata, con una corretta progettazione dell’HTML5 e una app dedicata, o almeno un sito fruibile da dispositivo mobile.

4. Combinare creatività e branding: assicuratevi che la vostra campagna creativa sia coerente e allineata con il messaggio che volete il vostro brand comunichi durante le festività. Il retargeting si basa su formati prestabiliti e poiché il dynamic creative ha dei limiti, è importante sapere che normalmente molto spesso gli stessi formati non generano annunci totalmente in linea con l’immagine del brand. Tuttavia, una piattaforma di dynamic creative avanzata consente agli advertiser più attenti di superare questi ostacoli e combinare la creatività alle azioni di branding.
Un supporto a queste ultime, per la vostra campagna di retargeting, può essere dato da un opening-frame brandizzato o un video da includere nel banner o nei frame di prodotti.
Secondo la nostra analisi sull’impatto del dynamic creative, un video nell’opening frame genera il 55% in più di conversioni dopo il click e il 27% in più di conversioni dopo la visualizzazione, rispetto alle variazioni creative senza video.

5. Tenere il tempo: le consegne effettuate prima di Natale fanno la differenza; dichiarare l’esatta data di consegna sul banner, con l’assicurazione di recapitare l’acquisto in tempo per le feste, può generare un engagement veramente forte. Inoltre, sarebbe utile pensare ed evidenziare un’opzione “clicca & ritira” sull’annuncio per gli acquirenti dell’ultimo minuto. Last but not least, si potrebbe aggiungere un simbolo accanto ai prodotti ancora disponibili, per incoraggiare l’acquisto; infine, è una buona idea segnalare il numero di prodotti acquistati precedentemente da altri utenti per attirare l’attenzione, poiché moltissimo persone seguono i trend del momento.

6. Creare un’atmosfera di festa: le campagne di retargeting pianificate con un pricing, un messaggio e una strategia di dynamic creative apposite per ogni segmento di pubblico sono un fattore di successo molto importante. Oltre alla tematica generale che richiama il Natale, potreste utilizzare dei temi creativi e promozionali legati ai regali o ai giocattoli per degli utenti in particolare, o investire molto sul segmento di coloro che tendono ad abbandonare il carrello subito prima dell’acquisto.

7. Raccomandazioni: assicuratevi che il vostro fornitore includa nel vostro banner oltre ai prodotti personalizzati, i prodotti più conosciuti e quelli che hanno generato un maggior margine lo scorso natale.