16 ottobre 2014 | 12:02

Chiude il centro stampa del Secolo XIX a Genova. Sindacati in agitazione

Dal primo febbraio 2015 Il Secolo XIX verrà stampato a Torino e i 49 dipendenti della San Biagio Stampa, che gestisce l’attuale centro stampa genovese in Valpolcevera, resteranno senza lavoro. Secondo Repubblica, che ne dà notizia oggi, sarebbe il primo effetto della fusione per incorporazione tra le società editrici de Il Secolo XIX e del quotidiano torinese La Stampa, operazione annunciata lo scorso agosto e destinata a concretizzarsi entro la fine dell’anno.

Lavoratori e sindacati sono in agitazione e preannunciano iniziative di lotta, che per rispetto non toccheranno il giorno del lutto cittadino, oggi a Genova, ma “subito dopo ogni momento è buono”, spiega Gianni Pastorino della Cgil. “E’ un’operazione inaccettabile sia dal punto di vista industriale, perché cancella una realtà produttiva importante, che ha una storia a Genova, ma anche perché siamo in presenza di un’azienda che non è come tutte le altre, in ballo c’è una società che opera in un settore sensibile come quello dell’editoria”.

I lavoratori della San Biagio – ricorda Repubblica – hanno già subito diversi processi di ristrutturazione, dagli 82 che erano nel 2001, quando era stato inaugurato il centro stampa di San Biagio, sono scesi progressivamente a 49 e da tre anni sono impegnati nei contratti di solidarietà.