Negli ultimi 3 anni gli investimenti in video advertising sono cresciuti del 50%. Secondo Iab quest’anno la raccolta chiuderà a +25%

Un mercato in crescita, in grado di reinventarsi e utilizzare strategie legate alla creatività e al coinvolgimento degli utenti: è questa la fotografia che emerge dall’odierno IAB Seminar dedicato alla Video Advertising.

Riccardo Mangiaracina, Co-responsabile della Ricerca Osservatorio New Media e New Internet del Politecnico di Milano, ha illustrato le dimensioni e il potenziale del fenomeno, stimando una crescita degli investimenti in video advertising nel nostro Paese tra il 20% e 25% nel 2014 e un incremento medio annuo del 50% dal 2011 a oggi.

“La pubblicità sui Video è cresciuta del 32% nel 2013, raggiungendo una quota pari al 13% del totale Internet Advertising. Prevediamo che questo trend continui nel 2014, generando un’ulteriore crescita tra il 20 e il 25%” – ha affermato – “Nel 2014 il valore del mercato dei Video Advertising risulta così più che triplicato rispetto al 2011. Alla base di questa crescita ci sono diverse ragioni, tra cui l’incremento dell’offerta e della fruizione di contenuti Video su internet (in particolare su Smartphone e Tablet); la vendita anche su piattaforme di Real Time Advertising; lo sviluppo di soluzioni in grado di misurare l’audience incrementale rispetto alle campagne televisive; la diffusione di formati Video sempre più interattivi.” – e ha concluso – “E crediamo che questi fattori potranno condizionare lo sviluppo del Video Advertising anche nei prossimi anni”.

Riccardo Mangiaracina (foto Ipresslive)

Riccardo Mangiaracina (foto Ipresslive)

Partendo dall’analisi di scenario, l’incontro, grazie a un panel di speaker particolarmente ricco, ha tracciato un percorso volto a mettere in luce le possibilità, gli strumenti e le strategie per operare efficacemente in questo segmento di mercato.

Il regista visionario Tarsem Singh, autore di memorabili pellicole e pubblicità giunto dagli Usa per l’occasione e il noto producer Karim Bartoletti, hanno portato la loro esperienza in campo cinematografico e pubblicitario, trasponendola nel mondo della comunicazione digitale. Il dialogo tra i due esperti, intervistati dal Consigliere di IAB Italia Aldo Agostinelli, si è focalizzato sul tema dello storytelling, strumento che si rivela fondamentale in uno scenario web che vede i contenuti protagonisti assoluti dell’engagement, elemento chiave per il coinvolgimento di utenti maturi e sempre più avvezzi alla fruizione del video via internet.

“Abbiamo raggiunto l’obiettivo che ci eravamo prefissati con questo incontro, ovvero quello di stimolare il confronto, grazie a testimonianze importanti e concrete, su un mercato strategico che presenta opportunità per la nostra industry e per le aziende investitrici.” – ha commentato il Consigliere Agostinelli – “In un Paese in cui la tv – tradizionale o via internet – è ancora il media principale, la Video Adv rappresenta infatti una forma di comunicazione importante per intercettare il consumatore e sta acquisendo un ruolo crescente nelle strategie delle aziende. L’Italia – prosegue Agostinelli – oggi è in linea con il resto d’Europa e, grazie alla creatività che nel nostro Paese non manca e ad adeguati investimenti in ambito tecnologico, siamo convinti che raggiungeremo risultati significativi negli anni a venire nei prossimi anni”.

 

Sul palco si sono poi alternati importanti player, presentando case history, testimonianze e riflessioni sul mercato. Sono intervenuti – nell’ordine – Lorenzo Montagna, Country Commercial Director di Yahoo Italia, Olivier Van Duüren, Global Solutions Strategy, GM, Microsoft Advertising & On-line, Marco Imperato, Head of Digital Media di Mosaicoon, Giuseppe Bronzino, MD at Teads, Marco Caradonna, Ceo e Founder di Simple Agency, Justine Saverine, Firefly Video General Manager di Exponential, Valerio Perego, Head of Agency Partnership di Facebook.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Le elezioni spingono la GoTv: a febbraio +36,7% per l’adv. Dati Fcp-Assogotv

Internet, pubblicità in crescita +7% a febbraio. Dati Fcp Assointernet (TABELLA)

Pubblicità sulla stampa -9,4% a febbraio. Dati Fcp: quotidiani -8,5%, periodici -11,3% (TABELLA)