Mercato

16 ottobre 2014 | 16:50

La Bibbia in formato interattivo riceve il Grand Prix Möbius 2014

BibleWorld, l’app che digitalizza la Bibbia rendendola disponibile su tutti i device, ha vinto il Grand Prix Mobius per l’editoria in transizione. La giuria che ha assegnato il premio è stata presieduta da Derrick de Kerckhove che ha dichiarato: “È un grande contributo alla cultura, e non solo alla cultura cristiana. È un prodotto di grande bellezza, esteticamente, tecnicamente, professionalmente, ma anche eticamente. E’ un’opera di grande valore”.

L’app, sviluppata da Applix, era stata presentata per la prima volta nel dicembre 2013 a Roma in presenza di monsignor Georg Gänswein, allora prefetto della Casa Pontificia e di don Antonio Sciortino, direttore di Famiglia Cristiana.

Pubblicata in occasione del centenario della fondazione della Società San Paolo Edizioni, l’app – si legge in una nota – è costruita intorno alla Parola di Dio e ai 73 libri dell’Antico e del Nuovo Testamento. È disponibile in quattro lingue e scaricabile per iPad su Apple App Store. Bibleworld contiene 4.700 note al testo biblico, 630 illustrazioni di storia sacra organizzate in 61 episodi, un atlante biblico con 155 schede illustrate in 12 mappe 3D con 10 ricostruzioni virtuali, 150 simboli organizzati in sei categorie e una cronologia con 82 periodi storici illustrati. L’indice dell’app è interattivo, l’impaginazione personalizzabile e la condivisione di brani è possibile sui principali social network.