Video

17 ottobre 2014 | 17:00

Armando Testa rinnova il logo, fa new business e ‘accende’ Los Angeles. “Logo mimetico perchè siamo in guerra”, dice il consigliere Belli (VIDEO)

“Pazzi per la creatività dal 1946” recita lo slogan. “Perché la pazzia è una cosa seria”, spiega il resto del testo che racconta i cambiamenti in Armando Testa. A Milano, in avvio dell’appuntamento con la stampa, non c’era l’ad e presidente Marco Testa, quasi a rimarcare l’autonomia e la novità della nuova fase dell’agenzia. Refresh del logo, grande attivismo nel new business di Nicola Belli, neo consigliere di amministrazione con delega all’innovazione, che dopo altre importanti acquisizioni ha portato a casa

Marco Testa

Marco Testa

lo stakeholder engament (una versione allargata della Csr) di Telecom Italia e il budget Golden Lady. Belli, assieme all’ad di Media Italia, Valentino Cagnetta, ha presentato la nuova struttura dell’agenzia dedicata la digitale e all’unconventional, TDH, affidata alla direzione di Jacopo Morini, che s’interfaccia alla struttura creativa guidata da Vincenzo Celli.

Nicola Belli

Nicola Belli

Il logo rivisto allude ad un Armando Testa in ‘mimetica’. “Siamo in guerra, accettiamo il mercato per come è e vogliamo vincere le sfide di tutti i giorni. Il mondo è cambiato e non dipende solo dalla crisi. Dobbiamo saperci calare nella nuova realtà in cui competono i brand dei nostri clienti e che caratterizza la vita delle persone” ha dichiarato Belli. Marco Testa, intervenendo in chiusura, ha detto di essere tentato dall’idea di andare a spingere l’acceleratore sulle attività della sede di Los Angeles dell’agenzia, aperta in collaborazione con due partner dello show e media business americano, e occuparsi di meno di quelle italiane.

 

Il nuovo logo Armando Testa

Il nuovo logo Armando Testa