20 ottobre 2014 | 12:36

La Stampa lancia il nuovo numero di Europa in collaborazione con i principali quotidiani europei

Si rinnova la partnership della Stampa con l’inglese The Guardian, il francese Le Monde, la tedesca Suddeutsche Zeitung, lo spagnolo El Pais e il polacco Gazeta Wiborcza, che insieme tornano a interrogarsi e riflettere sulle principali tematiche interne all’Unione Europea.

Il prossimo numero di Europa, 8 pagine interne più fake cover, è in edicola con La Stampa martedì 21 ottobre ed è incentrato sulle sfide legate all’immigrazione, con una visione d’insieme dei sei paesi, grazie al contributo di ciascun quotidiano. Viene affrontato uno dei temi più scottanti e dibattuti, sia nell’ambito dei singoli stati, sia all’interno del Parlamento Europeo: quello dei flussi migratori e dei suoi aspetti economici, sociali ed umanitari. Europa, suddiviso in 5 sezioni, analizza nel dettaglio il fenomeno.

Nella sezione Storie – spiega una nota – si parla delle diverse esperienze di chi è immigrato: ‘Quelli che arrivano’, ad esempio, è un reportage realizzato dal Guardian sulla Libia, tra immigranti e trafficanti di anime. In ‘L’America al contrario’ La Stampa mette a fuoco la vita dei 19 mila italiani, perlopiù artigiani, elettricisti e piccoli imprenditori che vivono e lavorano stabilmente in Albania e analizza le motivazioni della crescente emigrazione dall’Italia verso i Paesi dell’Est Europa.

Nella sezione dedicata all’Analisi sono valutati i valori economici e i flussi di denaro prodotti dall’immigrazione, riassunti anche in un grafico interattivo. La Stampa e The Guardian hanno inoltre elaborato congiuntamente una ‘mappa dei rifugiati’: da dove arrivano, quanti sono e come entrano in Europa le persone che fuggono da regimi totalitari e da condizioni di vita impossibili.

Tra gli approfondimenti c’è ‘Il mistero di Bruxelles’, l’inchiesta della Suddeutsche Zeitung sull’utilità di Frontex e su come la burocrazia del Parlamento Europeo risponde alle problematiche dell’immigrazione.

I pregiudizi sugli emigranti sono infine affrontati in ‘Mai più senza’ che dimostra come intere categorie siano oggi gestite dagli immigrati e come senza di loro sarebbe difficile cavarsela.

Come sempre Europa è multipiattaforma e viene declinato anche sul sito de La Stampa al seguente link: http://www.lastampa.it/europa. I contenuti dell’edizione cartacea sono online il giorno stesso della pubblicazione, arricchiti da approfondimenti testuali e da video, gallery e infografiche.

Newseum, il museo interattivo di Washington dedicato all’informazione e al giornalismo, ha classificato la copertina de La Stampa dedicata allo stato dell’Unione Europea tra le dieci prime pagine più belle pubblicate dai giornali di tutto il mondo, definendola ‘balsamo per occhi affaticati’. Per Newseum, le prime pagine sono il miglior test per verificare come la tradizione del giornalismo di qualità si sposi con la capacità d’innovazione, anche estetica, richiesta per rendere la carta ancora decisiva in un’era digitale.