Mercato

21 ottobre 2014 | 16:38

Lanciato lo spot anti-femminicido “No lividi, solo colore”. Prodotto da Niente Paura (VIDEO)

Presentato a Roma,  il video della Niente Paura.srl,  contro la violenza sulle donne. Il nuovo spot “no lividi, solo colore”, è sul web.

Come riporta il comunicato, e’ arrivato  sul web la campagna anti-femminicidio della Niente Paura “NO LIVIDI, SOLO COLORE”, un video che mostra forti scene di violenza domestica riprese da telecamere nascoste e invita tutte le donne a liberarsi “dall’amore malato” e di essere “padrone del proprio destino”, come recita a chiare lettere lo slogan. Il video, visibile al link https://www.youtube.com/watch?v=kejDAkGqho0 e realizzato grazie a un gruppo di ragazzi di Messina che hanno offerto gratuitamente la loro immagine, lancia l’allarme: 7 donne su 10 hanno subito una forma di violenza. Ma il fatto più sconcertante è il silenzio, visto che il 67% non ha sporto denuncia in caso di abusi da parte del partner.

La campagna è stata lanciata venerdì sera in occasione del “Roma Movie Lounge” dalla Niente Paura s.r.l., neonata start-up filantropica guidata da  Manuel Giannini, Luca Zafarana e Barbara Benedettelli. Grazie alla vendita del nuovissimo bracciale Tatù “lei e lui”, simbolo della lotta comune contro il femminicidio, l’azienda ha devoluto il ricavato della serata ai progetti Cooperativa Be Free, che si occupa del contrasto alla tratta, alla discriminazione e alla violenza contro le donne. Ogni prodotto immesso sul mercato dalla Niente Paura va ad alimentare il conto corrente “Destinazione Sociale”, al fine di sostenere i progetti delle Organizzazioni non lucrative per la tutela delle persone in difficoltà.

Tantissimi i vip che hanno partecipato con entusiasmo a questa serata di solidarietà e glamour, tra cui Samantha De Grenet, Costanza Caracciolo, Nicolas Vaporidis, Rita Dalla Chiesa, Francesco Arca, Matteo Branciamore, Irene Capuano, Daniel Nilsson, Georgia Viero, le “professoresse” dell’Eredità di Carlo Conti e Isabella Rauti in veste ufficiale di consigliere per il Ministero degli Interni sulle politiche di contrasto alla violenza di genere. Non poteva mancare l’esibizione canora di Annalis Minetti, strenua sostenitrice della campagna #No lividi, solo colore.

“Ciò che comunica la donna Tatù è forza, volontà di uscire da una condizione di dipendenza, violenza di entrare in una dimensione dove è padrona del suo destino, del suo presente e del suo futuro. Il braccialetto è un emblema di unione, e di fatto fa sentire queste persone meno sole. In poco più di quattro mesi abbiamo avuto risultati straordinari e questo ci dà la forza di andare avanti” afferma Barbara Benedettelli.

Concludono Manuel Giannini e Luca Zafarana: “Per noi l’attenzione verso il sociale è importante, tanto che appena cominciato abbiamo affidato a una cooperativa di persone diversamente abili la costruzione di una parte del bracciale, e spero che crescendo si possa anche assumere persone in serie difficoltà, come le donne Vittime della violenza economica, per esempio, o i padri di famiglia che da un giorno all’altro si sono trovati senza niente”.