New media, Radio

22 ottobre 2014 | 11:48

Radio Rai lancia un nuovo progetto realizzato da Oliviero Toscani: ” Non sono obiettivo”

Il primo piano di Oliviero Toscani fuoriesce all’improvviso dai social network di Radio1 Rai: “noi maschi italiani siamo ridicoli, mediocri, inaffidabili perché le nostre mamme ci hanno rovinato, viziandoci,  da quando siamo nati- afferma il fotografo, che in un video lancia la sua provocazione:” che cosa aspettiamo ad eliminare le mamme?”.

E’ questo il primo argomento , che verrà affrontato da “Non sono obiettivo” , il nuovo progetto realizzato da Oliviero Toscani per Radio1 Rai, in onda ogni venerdì , alle 16.30 circa, a partire dal 31 ottobre. Un programma- spiega il fotografo- che “vuole mettere in discussione i banali luoghi comuni e le vecchie verità ,  un incontro tra arte e ricerca per offrire a chi ascolta una visione, un nuovo punto di vista”.  Sarà una fotografia, scelta da Toscani, a far partire la discussione sui social. Gli utenti saranno invitati a postare scatti e video di 10-15 secondi, relativi al tema e alla foto scelti da Toscani attraverso Instagram, Whatsapp ,Twitter, Facebook con l’hashtag “iononsonobiettivo” o direttamente dal sito “OlivieroToscani.rai.it”.
“L’arte – spiega Toscani- è l’espressione più alta della comunicazione, ed è da lì che partiremo”. Ad ogni puntata, tramite i social network, Toscani lancerà il tema della trasmissione successiva: si comincia con la mamma, prendendo come pretesto il nuovo claim di Radio1, la “radio-mamma”, lanciato da Jovanotti come sigla della trasmissione di Fiorello. Poi la solitudine, la famiglia, la paura, la morte, gli accessori per il corpo (tatuaggi, piercing, chirurgia estetica, marchi d’abbigliamento, tacchi, gioielli, trucchi),  la moda e il travestimento, gli intellettuali, la televisione, l’essere famosi, i social network, le dipendenze.

“Gia’ da alcune settimane abbiamo lanciato su Instagram i foto racconti delle nostre inviate in zone di guerra- spiega il direttore di Radio1 Flavio Mucciante- con il genio dirompente di Oliviero Toscani puntiamo ad un salto di qualità ,ribaltando questo modello: si parte da una foto per coinvolgere direttamente gli ascoltatori,  che diventano così autori e insieme protagonisti del racconto”.
Toscani fa poi l’identikit dei commentatori , che inviterà in trasmissione: “simpatici, antipatici, colti, ignoranti,  mitomani, stupidi, intelligenti, vecchi, giovani, donne, uomini. Insomma gli italiani”.
Un programma che supererà le categorie sociali e che sarà “transgenerazionale”. Uomini e donne di età ed estrazione differente si confronteranno su temi cruciali- promette Toscani- in un dibattito serrato , che “lascerà molto spazio alla polemica accesa e persino all’invettiva”.

Oliviero Toscani

Oliviero Toscani