TLC

31 ottobre 2014 | 15:43

Telefonica, America Movil e Oi sono interessate all’acquisto di Tim Participacoes

(MF-DJ) Tre compagnie telefoniche che operano in Brasile – la spagnola Telefonica, la messicana America Movil e la locale Oi – hanno raggiunto un accordo per unire le rispettive forze e presentare un’offerta a Telecom I. per acquistare la controllata carioca Tim Participacoes. E’ quanto hanno riferito due fonti a DowJones Newswires.

La soluzione allo studio sarebbe quella di spartirsi gli asset di Tim Brasil, per evitare i limiti antitrust che il Cade potrebbe imporre.
“L’idea di fondo è di dividere Tim Brasil in tre compagnie, con Claro (America Movil) che avrebbe circa il 40%, mentre Telefonica Brasil si accollerebbe una quota di poco superiore al 30% e a Oi andrebbe la restante partecipazione, appena al di sotto del 30%”, ha spiegato una delle fonti interpellate. Se l’affare andrà in porto, è probabile che la Claro di Carlos Slim si avvii a diventare la principale società di telefonia mobile brasiliana in termini di quote di mercato.

Gli analisti ritengono che il mercato della telefonia mobile brasiliana offra grandi opportunità di crescita del business, in una nazione che conta circa 200 milioni di persone. Ci sono già circa 280 milioni di utenze telefoniche attive, con Telefonica che controlla circa il 29% del mercato seguita da Tim Brasil (27%), Claro (25%) e Oi (19%), stando a rilevazioni dell’authority locale.

Tim Brasil ha un valore di mercato di 30 miliardi di reais (12,2 mld usd) e l’offerta congiunta da parte delle tre società “sarebbe di poco superiore a questa cifra”, ha spiegato la fonte.

Nell’agosto scorso, Oi aveva reso noto di aver affidato a Btg Pactual l’incarico di cercare potenziali asset da acquisire sul mercato
brasiliano, incluso il possibile acquisto di Tim Brasil. Oi ha la maggioranza del mercato della telefonia fissa brasiliana, ma si trova in ritardo sul fronte del mobile dove sta cercando di recuperare terreno pur trovandosi a fare i conti con competitor in grado di offrire un pacchetto di servizi integrato fisso/mobile.

La proposta d’acquisto formale per Tim Brasil sarebbe pronta per esser presentata non appena Oi avrà venduto i suoi asset esteri, tra cui Portugal Telecom (la valutazione è di almeno 8,82 mld usd) e la partecipazione di controllo in Africatel Holdings (1,6 mld usd).

“Una trattativa inerente la cessione di Portugal Telecom potrebbe essere annunciata nelle prossime settimane”, riferisce una seconda fonte, precisando che come avviene per ogni operazione di M&A, la trattativa potrebbe anche sfumare. “Oi sta cedendo tutti i suoi investimenti in Europa e Africa per concentrarsi sul Brasile e prendere parte al processo
di consolidamento in corso su questo mercato”.

“La soluzione migliore sarebbe che questi due passaggi – la cessione di Portugal Telecom e l’acquisizione di Tim Brasil – fossero contestuali, cosa comunque difficile perché” quest’ultima trattativa “coinvolge molte compagine”, ha aggiunto la fonte, secondo la quale “il progetto di Oi è di arrivare al termine di questo processo di consolidamento con un indebitamento inferiore” rispetto a quello attuale “e con una maggiore quota di mercato in Brasile”.(MF-DJ  ottobre)