20 novembre 2014 | 12:11

Class Editori cede il controllo del business radiofonico ai cinesi. Nasce una newco 51% di Hmi, 49% gruppo di Panerai

Class Editori ha firmato un contratto di joint venture con Italian International Radio and Media srl (IIRM), società radiofonica che fa riferimento al gruppo cinese HMI, che possiede frequenze radiofoniche in numerosi paesi del mondo.

Secondo quanto riporta il comunicato stampa, il  contratto prevede che Class Editori ceda un ramo di azienda (con frequenze radio FM in alcuni capoluoghi di provincia) di Radio Classica srl (posseduta al 100%) a una Newco il cui capitale sarà al 51% di IIRM e al 49% della Casa editrice.

L’operazione, del valore totale della Newco di 5 milioni di euro, rientra nel programma di sviluppo, da parte del gruppo cinese, delle attività radiofoniche nel mondo, e nella strategia di Class Editori di sviluppare attività con importanti partner cinesi e internazionali.
L’operazione è stata assistita dagli studi legali DLA Piper e Raynaud and Partners.
“Siamo lieti di aver realizzato, con questa joint venture, un vero sistema multimediale e di commercio digitale con partner cinesi, il primo in assoluto tra le aziende editoriali italiane “ ha dichiarato Paolo Panerai, vicepresidente e amministratore delegato di Class Editori.

La joint venture in campo radiofonico segue alla partnership con Xinhua News per le attività nel campo delle newswires, della televisione e dei magazine per i turisti cinesi in Italia (sistema Eccellenza Italia); alla collaborazione con China National Garment Association e China Fashion Association e con il sito NetEasy (uno dei primi in Cina per unique users) nel campo della comunicazione per l’abbigliamento e della moda; alla cooperazione con CCIG Mall, la prima piattaforma di e-commerce b2b cinese, con Class Editori nel ruolo di agente esclusivo per i contenuti e la vendita della pubblicità in Italia e di fornitore principale e agente principale per il settore food and beverage, agente principale per la moda, accessori e design attraverso la controllata CceC.