Editoria

02 dicembre 2014 | 17:50

Jovane (Rcs): “Dal 2015 avanti con le news online a pagamento”

(ANSA) “Per far pagare i contenuti di informazione sul web bisogna far capire al lettore che può avere qualità e contenuti esclusivi. Lo stiamo facendo in Spagna e faremo passi avanti su questo anche in Italia nel 2015″. Lo ha detto Pietro Scott Jovane, amministratore delegato di RCS Media Group, che oggi ha incontrato gli studenti dell’università Suor Orsola Benincasa sul tema “Il futuro dell’editoria in Italia” a cui sono intervenuti anche il presidente di Rcs Libri Paolo Mieli e il direttore del Corriere del Mezzogiorno Antonio Polito. “Sul futuro dell’editoria – ha spiegato Scott Jovane – bisogna essere ottimisti, partendo dal dato che si leggono molte più informazioni nel 2014 che negli anni precedenti. Questo avviene sempre di più con il passaggio dal cartaceo al digitale che offre molte più possibilità ma per sfruttarle serve aprirsi a queste trasformazioni”. Il nodo è far pagare i contenuti in un mondo, come quello del web, dove tutto è gratis: “Per far pagare – spiega l’ad di Rcs – bisogna chiarire al lettore che c’è un beneficio e che può avere contenuti di qualità, esclusivi e disegnati sui suo gusti e bisogni. Dobbiamo usare tutte le leve che digitale mette a disposizione, con coraggio, magari anche sbagliando. In Spagna con El Mundo abbiamo introdotto un sistema di pagamento dei contenuti che prevede che dal ventunesimo articolo letto in un mese si paghi, e abbiamo avuto un buon successo con decine di migliaia di abbonamenti. Dal 2015 faremo dei passi in avanti su questo anche in Italia”. Sulla pubblicità, Scott Jovane ha sottolineato la necessità di “permettere all’inserzionista di affiancarsi ai contenuti soprattutto su mobile smartphone e tablet, dispositivi con schermo più piccolo e quindi più difficili per la pubblicità”. Difficoltà però che devono essere superate perché, conclude il manager, “il settore mobile vale molto, nel 2015 ci aspettiamo che il 30-40% del traffico Corriere e Gazzetta possa arrivare dal mobile”. La giornata della scuola di giornalismo del Suor Orsola è stata caratterizzata anche dal lancio del nuovo libro-inchiesta sulla “Napoli dei viceré”, che rifletterà sugli anni della generazione di politic pre-tangentopoli, da Gava a Pomicino.(ANSA, 2 dicembre 2014)

PietroScott Jovane (foto Olycom)

PietroScott Jovane (foto Olycom)