TLC

05 dicembre 2014 | 11:36

Giuseppe Recchi, presidente di Telecom Italia: frammentare un’infrastruttura non fa altro che rallentare il discorso

(MF-DJ) Il presidente di Telecom Italia, Giuseppe Recchi, si mostra scettico sull’eventualità che la compagnia societaria della rete Metroweb possa essere aperta ad una moltitudine di azionisti.

A margine di un convegno sulla Corporate Governance, rispondendo ad una domanda sulle recenti prese di posizione di Vodafone e di Wind che chiedono di far entrare i cosidetti “operatori alternativi” nell’azionariato di Metroweb, il top manager ha infatti affermato che “frammentare un’infrastruttura non fa altro che rallentare il discorso” relativo allo sviluppo delle reti di nuova generazione.

Ricorrendo ad una metafora, Recchi ha fatto notare che “i condomini fanno sempre fatica a scegliere anche quando innaffiare i fiori; figuriamoci quando si tratta di prendere decisioni su una rete strategica per il Paese. Ogni schema” che vada in questa direzione “può solo rallentare questo processo”.

Il presidente di Telecom ha infine osservato che l’azienda guidata da Marco Patuano “ha già fatto un’offerta su Metroweb per la quale stiamo aspettando una risposta. Pensiamo che le sinergie siano tante”, ha concluso. (MF-DJ 5 dicembre 2014)

Giuseppe Recchi

Giuseppe Recchi