11 dicembre 2014 | 16:58

La storia della moda italiana in 6 incontri al Maxxi di Roma

Sei appuntamenti per ripercorrere la storia della moda italiana del XX e XXI secolo e le vicende dei suoi protagonisti, attraverso i racconti di critici, studiosi, docenti ed esperti. Sei incontri per scoprire gli esordi, i meccanismi, le dinamiche, i cambiamenti di quello stile italiano che ci ha reso celebri nel mondo. Si tratta di ‘Le Storie della Moda’, programma di approfondimento al Maxxi di Roma che accompagnerà la mostra ‘Bellissima. L’Italia dell’alta moda. 1945-1968′ (a cura di Maria Luisa Frisa, Anna Mattirolo, Stefano Tonchi, main partner Bulgari) per tutta la sua durata, a partire dal 13 dicembre, un sabato al mese fino al 9 maggio. Il progetto è stato realizzato in collaborazione con Altaroma.

L'allestimento della mostra 'Bellissima'

L’allestimento della mostra ‘Bellissima’

Si parlerà degli esordi della moda e della sua complicità con arte, architettura, design, cinema; di moda tra le due Guerre e durante il Fascismo, della Hollywood sul Tevere e delle storiche sfilate a Palazzo Pitti, degli anni Sessanta e la moda nella strada e dell’anti-moda degli anni Settanta; della rivoluzione del prêt à porter e l’effervescenza degli anni Ottanta, del ‘total living’ degli anni Novanta e della moda italiana contemporanea.

Primo appuntamento
Sabato 13 dicembre, ore 11 | 1910-1943: moda e modernismo
Mario Lupano, storico e critico dell’architettura contemporanea, e Alessandra Vaccari, professore associato di Storia e teoria della moda all’Università Iuav di Venezia, racconteranno la moda italiana nei primi decenni del XX secolo,  uno dei suoi periodi più densi e affascinanti. In quegli anni – tra due conflitti mondiali e una dittatura – emerge una rete internazionale di avanguardie artistiche e si consolidano processi di modernizzazione dell’industria tessile e dei settori di produzione e consumo di abbigliamento. Durante l’incontro, le voci dei due relatori si alternano per introdurre il pubblico a una lettura interdisciplinare delle relazioni tra moda e modernismo, tra arte, architettura, design e cinema. Saranno affrontati la questione delle temporalità moderniste; i processi di internazionalizzazione della cultura italiana; la questione della moda nazionale e le visioni indotte dal regime fascista; lo spettacolo della moda e i suoi aspetti performativi.

Prossimi appuntamenti
sabato 17 gennaio: Sofia Gnoli. Gli anni Cinquanta dalla Hollywood sul Tevere alla sala bianca
sabato 14 febbraio: Elda Danese. Gli anni Sessanta. La moda nella strada.
sabato 14 marzo: Luisa Valeriani. Gli anni Settanta (1968-1978): il bazar e il laboratorio
sabato 11 aprile: Simona Segre Reinach. Gli anni Ottanta: i fondamenti del made in Italy.
sabato 9 maggio: Maria Luisa Frisa. In Between. La moda italiana contemporanea.

Clicca qui per scaricare la scheda sulla mostra ‘Bellissima. L’Italia dell’alta moda. 1945-1968′ (.doc)