TLC

15 dicembre 2014 | 14:55

Ray Way potrebbe figurare com gestore dell’infrastruttura all’interno del dossier per le torri messe in vendita da Wind

(MF-DJ Rai Way potrebbe entrare nel dossier delle torri messe in vendita da Wind non come compratore ma come gestore dell’infrastruttura. E’ quanto ha appreso Mf-Dowjones da alcune fonti a conoscenza dei fatti dopo che la società controllata da Viale Mazzini non ha partecipato alla gara indetta da Wind per vendere circa 5.600 torri. In particolare una fonte sottolinea che Rai Way potrebbe entrare nella partita delle torri in un secondo momento, stipulando una partnership con la società vincitrice della gara e occuparsi nel dettaglio della manutenzione delle torri. Dopotutto, fa notare la fonte, questa strategia rientrerebbe nel piano industriale della società.

Come aveva spiegato qualche settimana fa un’altra fonte, Rai Way, nonostante l’interesse manifestato pubblicamente, non solo non sarebbe stata inserita nella data room, ma non avrebbe mai presentato alcuna offerta per le torri. Ad oggi i soggetti ammessi alla data room sono 4: Abertis, F2i con Providence, Ei Towers e American Tower.

Sotto il profilo delle tempistiche, il termine ultimo per la presentazione delle offerte vincolanti è slittato di una settimana, dal 15 al 22 dicembre. Se non ci sarà un grandissimo distacco tra le offerte presentate è possibile che vengano selezionate le due migliori sollecitando un rilancio dell’offerta e mettendo in vendita altre 1.700 torri (per un totale di 6.300 sulle complessive 8.000). A questo punto l’asticella del prezzo potrebbe alzarsi fino a 900 mln/1 mld; una cifra che sarebbe utile per abbattere il debito di Wind che terrebbe per sè una quota attorno al 20% delle torri.( MF-DJ 15 dicembre 2014)