Nasce Storie, il canale di Informant per lo storytelling e il giornalismo long-form

Debutta oggi Storie, il nuovo canale di Informant dedicato al giornalismo long-form, allo storytelling e al brand journalism. Una sezione complementare a quella degli ebook, che integra l’offerta a marchio Informant affiancando al modello pay dei libri digitali quello delle storie free.

“Andremo a caccia di piccole e grandi storie che meritano di essere sollevate dalla quotidianità, indagate, illustrate, trasmesse al lettore insieme ai valori che rappresentano”, spiega il team di Informant. “L’obiettivo è confermarci tra gli specialisti dello storytelling aggiungendo al menù un nuovo strumento tecnologico e social-oriented che consenta di realizzare velocemente prodotti editoriali di qualità e in grado di interagire con tutte le piattaforme open già esistenti”.

All’indirizzo stories.inform-ant.com sono da oggi visibili le prime due webstories interamente autoprodotte: La profezia di Hong Kong di Antonio Talia e Juve-Roma: il derby finanziario di Diego Tarì. La profezia di Hong Kong è il racconto, dall’interno e in presa diretta, di ambivalenze e contraddizioni che hanno contraddistinto la protesta di #OccupyCentral iniziata in ottobre. Juve-Roma: il derby finanziario approfondisce invece i dettagli economici del duopolio tra bianconeri e giallorossi, analizzando bilanci, performance di Borsa e prospettive delle due squadre e ricavi attesi dallo stadio di prorietà.

Entrambi gli autori delle prime due webstories fanno già parte della scuderia Informant. Antonio Talia torna a cimentarsi con gli scenari asiatici dopo aver pubblicato nel 2012 I giorni del Dragone, un reportage sugli intrighi di potere e gli scontri politici a Pechino alla vigilia del penutimo congresso del Partito comunista cinese, e nel 2013 (con Gianluca Ferraris) Singapore Connection, frutto di un’indagine lunga tre anni sulla cupola criminale che dal Sudest asiatico governa il calcioscommesse mondiale.
Diego Tarì, esperto di calcio e finanza (ha fondato e dirige il sito Tifoso Bilanciato), ha firmato All’ultimo stadio, analisi sullo stato di salute del nostro calcio e le presunte virtù taumaturgiche della nuova legge sugli impianti di proprietà. La sua webstory, che sviscera un confronto economico-finanziario a 360 gradi tra Roma e Juventus, business dei nuovi stadi compreso, è l’ideale proseguimento di quel lavoro.

Tutti gli ebook citati, così come le nuove webstories, non si limitano all’elemento testuale ma integrano, in maniera crossmediale e ottimizzata per tutte le piattaforme (pc, tablet e smartphone) file audio e video, foto, mappe, infografiche e modelli di data-driven journalism. “Visto che il nostro obiettivo come editori è stato fin dall’inizio quello di sfruttare al massimo le potenzialità offerte dal digitale”, spiegano a Informant, “abbiamo deciso di utilizzare gli stessi strumenti per raccontare con più frequenza e maggiore coinvolgimento le storie che ci circondano, affrontare temi avvincenti e complessi, decifrare cosa si nasconde sotto la superficie della realtà”.

Nel 2014 le vendite dei titoli Informant sono cresciute del 40% rispetto all’anno precedente e la community si è ampliata per numero e per engagement.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Menlo Park si affida ai giornalisti per selezionale alcuni contenuti nel nuovo News Tab

Menlo Park si affida ai giornalisti per selezionale alcuni contenuti nel nuovo News Tab

News Corp al lavoro su un aggregatore di news per rispondere alle preoccupazioni degli editori su Google e Fb

News Corp al lavoro su un aggregatore di news per rispondere alle preoccupazioni degli editori su Google e Fb

Hong Kong, anche YouTube chiude 210 canali che diffondevano fake news sulle proteste

Hong Kong, anche YouTube chiude 210 canali che diffondevano fake news sulle proteste