16 dicembre 2014 | 17:13

Assolombarda fa il punto sui 50 progetti per ‘far volare Milano’ a distanza di un anno (DOCUMENTI)

“L’Italia non ha ancora finito di declinare, anche se il ritmo rallenta e fa pensare che ci stiamo avviciniamo al fondo della discesa. Ma Milano mostra segnali chiari: ce la faremo. Molti problemi restano, non è il caso di nutrire infondati ottimismi. Ma la fiducia c’è, e la fiducia è il nostro petrolio bianco”. Lo ha detto il presidente di Assolombarda, Gianfelice Rocca, in occasione dell’incontro che si è tenuto oggi a Milano per fare il punto, a distanza di un anno, sui ’50 Progetti per Far Volare Milano’, il piano strategico lanciato il 18 dicembre 2013 dall’associazione. Tutti i progetti del piano stanno avanzando: cinque si sono già conclusi e alcuni di questi si sono anche trasformati in veri e propri servizi per le imprese. Altri hanno raggiunto o stanno raggiungendo il loro culmine per poi affrontare una fase di consolidamento. Altri ancora produrranno i risultati più significativi più in là nel tempo, ma sempre entro il 2016. Per rinnovare l’invito alle istituzioni, agli imprenditori e agli altri soggetti attivi sul territorio a sostenere l’iniziativa, Assolombarda ha pubblicato un documento di 45 pagine in cui racconta nel dettaglio lo stato di ogni progetto.

Gianfelice Rocca

Gianfelice Rocca, presidente di Assolombarda

“Milano riparte – ha proseguito Rocca – facendo leva sui suoi punti di forza. Cominciando dal mix equilibrato delle sue specializzazioni. L’alta quota di manifatturiero medium hi-tech con forte presenza di metalmeccanica, chimica farmaceutica, alimentare e moda. L’elevata quota di servizi in informazione e comunicazione, la forte densità di addetti nelle attività professionali, scientifiche e tecniche, la concentrazione di grandi gruppi nazionali nel settore finanziario, del credito e assicurativo. Abbiamo in Lombardia 50mila addetti alla ricerca, pari al 21% del totale nazionale. E le imprese bio-med lombarde sommano il 49,5% del fatturato nazionale di settore”.

Da sinistra Valeria Chiesa, capo della Comunicazione di Assolombarda, Gianfelice Rocca e Michele Angelo Verna, direttore generale

Da sinistra Valeria Chiesa, capo della Comunicazione di Assolombarda, Gianfelice Rocca e Michele Angelo Verna, direttore generale

Assolombarda è anche impegnata nella realizzazione di Milano Città Metropolitana. “Occorre dotare il nuovo ente di una governance aperta alle imprese, al mondo del lavoro, alle università, al terzo settore, per dotarsi di un vero e proprio Comitato Strategico dell’Attrattività capace di individuare obiettivi concreti nel tempo da perseguire, sul modello delle migliori esperienze delle Città Metropolitane europee, da anni già avanzate su questa strada”, conclude il presidente.

Come produzione manifatturiera – spiega Assolombarda – la Lombardia continua a risalire da inizio 2013 e, fatto pari a 100 il 2005 alla fine del terzo trimestre 2014, è tornata a quota 97,1. L’Italia continua a scendere, e cade a quota 80,3. Se guardiamo l’indice di fiducia del manifatturiero – che incorpora gli ordini, non è solo sentiment – Milano sta a +0,7, l’Italia sta a -7,1, e persino la Germania segna un -3,0 e la Francia -6,4. L’export lombardo segna nel terzo trimestre 2014 un incoraggiante +1,3%. La disoccupazione lombarda è del 7,7%, quella italiana è giunta al 13,2%. Il tasso di occupazione è al 65,1%, quello italiano al 56%.

- Il comunicato stampa con la sintesi dell’invervento di Gianfelice Rocca (.pdf)
- Le slide dell’intervento di Gianfelice Rocca (.pdf)
- Il documento di presentazione del Piano Strategico di Assolombarda 2014-2016 (.pdf)
- Il documento ’50 progetti per far volare Milano – Un anno dopo’ (.pdf)