Google accusa Hollywood di favorire la censura su internet

(ASKANEWS) Google si scaglia contro l’industria cinematografica, rilanciando le tensioni scoppiate tre anni fa tra la Silicon Valley e Hollywood a causa di una proposta di legge contro la pirateria online.

Il colosso di Mountain View accusa le major di portare avanti una campagna segreta volta a tentare di censurare in qualche misura internet. Come riporta il Financial Times, Google sostiene anche che la Motion Picture Association of America, l’associazione che rappresenta il settore cinematografico, avrebbe fomentato il procuratore generale del Mississippi Jim Hood, che ha scritto a Google una lettera particolarmente dura. Hood sostiene che la societa’ avrebbe cercato deliberatamente di far passare sotto silenzio le preoccupazioni sollevate da suoi colleghi in altri stati. Proprio questo ha scatenato l’indignazione di Google, che in un post sul suo blog firmato dal consigliere generale Kent Walker ha parlato di “una campagna segreta e coordinata per riportare in auge una legge mai approvata (il riferimento e’ allo Stop Online Piracy Act) con altri mezzi”.(Askanews, 19 dicembre 2014).

Larry Page, ceo Google

Larry Page, ceo Google

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Facebook, nel 2017 raddoppiata la spesa per lobbying in Ue. Da 1,2 a 2,5 milioni di euro

Nbc entra nel consorzio OpenAp dove raggiunge Fox, Turner e Viacom

Formiche, Roberto Arditti nel Cda e direttore editoriale. Cresce l’ebitda di Base Per Altezza