07 gennaio 2015 | 19:00

Hollande: attentato alla nostra libertà. Obama convoca consiglio di sicurezza. Le reazioni dal mondo

“Siamo minacciati, come altri Paesi nel mondo, perché siamo un Paese di libertà”. Sono queste le prime parole dette oggi dal presidente francese Francois Hollande una volta raggiunta la sede del settimanale satirico Charlie Hebdo, teatro dell’attacco terroristico che ha causato la morte di almeno dodici persone, tra cui il direttore della testata Stephan Charbonnier. Hollande ha parlato di “un attentato terroristico, senza alcun dubbio. Diversi sono stati gli attentati sventati nelle scorse settimane”.
Molte le dichiarazioni arrivate dal mondo politico. Ecco le principali reazioni:

Charlie Hebdo: Sarkozy, difendere democrazia senza esitazioni
“La nostra democrazia è sotto attacco, dobbiamo difenderla senza esitazioni”. Così l’ex presidente della Repubblica francese Nicolas Sarkozy, oggi leader del partito di centrodestra Ump, reagisce all’attacco di Charlie Hebdo. “I colpevoli di questo atto barbaro devono essere perseguiti e castigati con la più estrema severità”, ha detto ancora, ma invitando a “rifiutare la tentazione” di fare generalizzazioni.
Charlie Hebdo: sindaco Parigi,colpiti a cuore, orrore assoluto
PARIGI
(ANSA) – PARIGI, 7 GEN – “Questo massacro mette a lutto il nostro Paese, la nostra città e la nostra democrazia. Siamo appena stati colpiti al cuore della nostra libertà. Dobbiamo reagire a questo atto unendoci ai principi della Repubblica”. Lo scrive il sindaco di Parigi, Anne Hidalgo, in una nota, esprimendo il suo “sentimento di orrore assoluto”. e “tutta la sua compassione” per le “vittime martiri della libertà”.

Attacco a Charlie Hebdo: Cameron , omicidi rivoltanti
Premier Gb, al fianco francesi in lotta al terrorismo

(ANSA) – LONDRA, 7 GEN – ”Gli omicidi a Parigi sono rivoltanti”. Lo ha dichiarato il premier britannico David Cameron condannando la strage alla redazione di Charlie Hebdo nella capitale francese. ”Siamo al fianco del popolo francese nella lotta contro il terrorismo e nella difesa della libertà di stampa”. (ANSA)
Charlie Hebdo: Obama denuncia attacco orribile
NEW YORK
(ANSA) – NEW YORK, 7 GEN – Il presidente americano Barack Obama condanna “con forza l’orribile sparatoria negli uffici di Charlie Habdo”, e afferma di aver dato direttive alla sua amministrazione affinche’ fornisca “ogni assistenza necessaria per contribuire a portare questi terroristi davanti alla giustizia”. (ANSA)
“La Francia e’ il piu’ vecchio alleato dell’America ed e’ stata fianco a fianco agli Usa nella lotta contro i terroristi che minacciano la nostra comune sicurezza e il mondo”, ricorda Obama in una nota diffusa dalla Casa Bianca. “La Francia, e la grande citta’ di Parigi dove e’ avvenuto questo oltraggioso attacco offrono al mondo un intramontabile esempio che rimarra’ ben oltre la visione di odio di questi assassini”. (ANSA).
Charlie Hebdo: Renzi, violenza perderà sempre
Premier, orrore e sgomento,vicinanza totale a Hollande e Hidalgo
ROMA
(ANSA) – ROMA, 7 GEN – “Orrore e sgomento per la strage di Parigi, vicinanza totale a Francois Hollande e Anne Hidalgo in questo momento terribile”. Così il premier Matteo Renzi. “La violenza perderà sempre – afferma – contro la libertà e la democrazia”.(ANSA).

Charlie Hebdo: Schulz, profondamente scioccato
BRUXELLES
(ANSA) – BRUXELLES, 7 GEN – “Profondamente scioccato per l’attacco assassino contro Charlie Hebdo. I miei pensieri allo staff, ai poliziotti e ai loro cari”, così il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz su Twitter. (ANSA).
Charlie Hebdo: Boldrini, sgomento, fermezza in difesa libertà
Messaggio a presidente Assemblea Francia, solidarietà Camera

(ANSA) – ROMA, 7 GEN – “Ho inviato un messaggio al Presidente dell’Assemblea Nazionale francese, Claude Bartolone, per esprimergli lo sgomento e la solidarietà miei e dell’intera Camera dei deputati per l’atroce attentato terroristico compiuto a Parigi. Di fronte ad un attacco che segna un ulteriore, gravissimo salto di qualità da parte del terrorismo di matrice islamica, è indispensabile che tutti gli Stati europei sappiano far sentire la fermezza con cui difenderanno le libertà fondamentali”. Così la presidente della Camera Laura Boldrini.
“Di fronte ad un attacco che segna un ulteriore, gravissimo salto di qualità da parte del terrorismo di matrice islamica, è indispensabile che tutti gli Stati europei sappiano far sentire la fermezza con cui difenderanno le libertà fondamentali delle nostre società – in primo luogo quella di informare e di esprimersi – per le quali la civiltà europea è un modello di riferimento in tutto il mondo”, è sottolinea Boldrini in merito all’ “atroce attentato terroristico compiuto stamattina a Parigi ai danni della redazione del settimanale Charlie Hebdo, nel quale sono stati uccisi – secondo i dati fin qui disponibili – almeno dodici tra giornalisti, vignettisti ed agenti di polizia”.
“Al tempo stesso – osserva la presidente della Camera – è importante che, pur di fronte ad una strage di queste proporzioni, teniamo sempre ferma la distinzione tra i terroristi assassini che sporcano il nome dell’Islam e la grandissima maggioranza di musulmani che professa in modo pacifico la propria religione, in Francia come in Italia come in tutta Europa. Ai terroristi che vogliono imbarbarire anche la società europea – e che vanno individuati e colpiti con la massima durezza – non bisogna fare il regalo di confondere ciò che è profondamente diverso”. (ANSA).

 

Charlie Hebdo: Grasso ,attacco a spirito democratico, attoniti
(ANSA) – ROMA, 7 GEN – “L’attentato di oggi contro la sede del settimanale Charlie Hebdo ci ha lasciati attoniti e increduli. Qualsiasi attacco rivolto a minare la libertà di manifestazione del pensiero e di stampa attenta a quello spirito democratico che è il valore fondante dei nostri ordinamenti costituzionali e la premessa stessa dell’integrazione europea”.
Così il Presidente del Senato, Pietro Grasso, nel messaggio inviato al Presidente del Senato francese, Gérard Larcher, e al Presidente dell’Assemblea nazionale, Claude Bartolone. “Le atrocità come quella di oggi a Parigi – prosegue Grasso – devono indurci a rafforzare ancora di più il comune impegno a livello europeo ed internazionale per la difesa dei diritti umani contro ogni tentativo di prevaricazione fondato sulla violenza e l’offesa alla dignità umana, per proteggere ogni individuo, ovunque nel mondo e a prescindere dall’appartenenza nazionale, etnica e religiosa, dall’intolleranza, dal terrorismo e dalla barbarie”.
“Stringendomi in un abbraccio ideale al popolo francese, a nome mio personale e dell’intera Assemblea che rappresento – conclude il messaggio – le rivolgo le mie più sincere e profonde condoglianze”. (ANSA).

Cordoglio Ordine Giornalisti Italia per strage Parigi
“Si è voluto colpire voci di libertà”

Roma, 7 gen. (askanews) – L`Ordine nazionale dei Giornalisti “è vicino ai colleghi francesi e alle famiglie dei giornalisti e dei poliziotti che hanno perso la vita nell`attacco alla redazione parigina del settimanale satirico francese Charlie Hebdo”. Lo rende noto una nota dell’Ordine dei giornalisti italiani, sottolineando che “nelle intenzioni degli attentatori le vittime sono state uccise per spegnere le loro voci di libertà. Nessuno si illuda che quanto è avvenuto oggi a Parigi possa influenzare o condizionare l`autonomia professionale dei giornalisti, la libertà di critica e di opinione”.