Gli editori europei contro l’attacco terroristico a Charlie Hebdo

ENPA, l’associazione europea degli editori di quotidiani, esprime con fermezza il suo disprezzo per l’attacco terroristico verificatosi presso la sede della rivista satirica francese Charlie Hebdo, che ha causato la morte di 12 persone fra giornalisti e forze dell’ordine intervenute.
Un simile evento, scrivono nel comunicato stampa, rappresenta un attacco alla libertà di espressione e di stampa, principio fondamentale e pilastro della democrazia europea. ENPA e tutti i suoi membri, sconvolti dall’accaduto, si mostrano uniti di fronte a una simile minaccia per gli editori di giornali e giornalisti, che quotidianamente informano i cittadini e promuovono il dibattito pubblico.
L’attacco a Charlie Hebdo sottolinea la necessità di difendere con fermezza il principio della libertà di stampa in Europa e in tutto il mondo. ENPA, a cui fa capo anche la Fieg, fa le sue più sentite condoglianze alle famiglie delle vittime dell’attentato, esprimendo loro solidarietà e vicinanza.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mediaset torna all’utile, crescono pubblicità e audience. Buone previsioni ma incertezza politica

Tim, assemblea conferma Genish ad. Il manager: dobbiamo evolverci rapidamente

Mibact, firmato il decreto attuativo del tax credit per le librerie