Comunicazione, Editoria

09 gennaio 2015 | 11:32

L’associazione “Amici Fumetto” a settembre dedicherà una mostra a Charlie Hebdo

(ASKANEWS)  Una mostra dedicata alla rivista francese Charlie Hebdo, nella prossima edizione di Tiferno Comics, a settembre 2015, e’ nei programmi dell’associazione “Amici del Fumetto” di Citta’ di Castello, che con una nota si rende disponibile ad organizzarla per l’anno prossimo.

Questo anche dopo che anche il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Andrea Lignani Marchesani aveva proposto analoga iniziativa, “patrocinata da enti istituzionali dell’Umbria, regione e consiglio compresi”. L’associazione del fumetto ha espresso il proprio cordoglio dopo i tristi eventi accaduti a Parigi nella redazione del settimanale satirico Charlie Hebdo. L’associazione – si legge in una nota – si e’ subito resa disponibile a mettere in campo la professionalita’ guadagnata in tutti questi anni, per collaborare assieme alle istituzioni locali e non, assieme ad altre associazioni e singoli cittadini, con il fine di manifestare a favore della pace e a favore della satira come mezzo di espressione e di liberta’ di stampa.

Nell’anno in cui Tiferno Comics ospitava le opere di Milo Manara (2007), l’associazione “Amici del Fumetto”, guidata da Gianfranco Bellini, aveva allestito due mostre collaterali dedicate alla satira francese, con le vignette e le illustrazioni di Tanino Liberatore, italiano trasferitosi in Francia dagli anni ’80, e di Georges Wolinski, famosissimo fumettista francese scomparso proprio nell’attacco terroristico di ieri. E’ fondamentale ricordare la partecipazione al Premio Cultura della Pace e della Nonviolenza nel gennaio 2013, quando il Comune di Sansepolcro – conclude la nota – premio’ il fumettista Mauro Biani. (Askanews, 9 gennaio 2015).

Charlie Hebdo's publisher, Charb, in front of the magazine's offices which were destroyed by a petrol bomb attack in 2011 (foto Telegraph)

Charlie Hebdo’s publisher, Charb, in front of the magazine’s offices which were destroyed by a petrol bomb attack in 2011 (foto Telegraph)