Comunicazione

12 gennaio 2015 | 16:35

Seconda edizione di ‘Una vita da social’, la campagna educativa sui rischi della rete

(Agi)  Riparte domani da piazza del Quirinale la piu’ importante e imponente campagna educativa itinerante realizzata dalla Polizia di Stato in collaborazione con il ministero dell’Istruzione, dell’Universita’ e della Ricerca e l’Autorita’ Garante per l’infanzia e l’adolescenza, sulla sensibilizzazione e prevenzione dei rischi e pericoli della rete. Un progetto al passo con i tempi delle nuove generazioni che nel corso della prima edizione, quella dell’anno passato, ha raccolto un grande consenso.

Nel 2014 gli operatori della Polizia postale e delle comunicazioni hanno incontrato circa 100mila studenti nelle piazze e 400mila nelle scuole, 15mila genitori, 8mila insegnanti per un totale di 1.800 istituti scolastici, 9mila km percorsi e 42 citta’ raggiunte sul territorio; la pagina facebook dedicata ha avuto oltre 400mila visualizzazioni settimanali sui temi della sicurezza online.


Facebook, Italiaonline, con i portali Libero.it e Virgilio.it, Fastweb, FireEye, Google, H3G, Microsoft, Telecom Italia, Twitter, Norton by Symantec, Skuola.net, Vodafone, Wind, Youtube, Scania, Continental, ItalWork e RDS 100% Grandi Successi “radio ufficiale dell’evento” affiancano la Polizia di Stato per un solo grande obiettivo: “fare in modo che i gravissimi episodi di cronaca culminati con il suicidio di alcuni adolescenti ed il dilagante fenomeno del cyberbullismo (che secondo alcune stime preoccupa 2 studenti su tre) e di tutte le varie forme di prevaricazione connesse ad un uso distorto delle tecnologie, non avvengano piu’”. (Agi, 12 Gennaio 2015)