13 gennaio 2015 | 15:26

Nespega acquisisce il 50% di Stand by Me, società di produzione fondata da Ercolani. “Ha gli elementi giusti per una nuova avventura imprenditoriale”

A due anni di distanza dalla vendita del 100% di Switchover Media a Discovery, Francesco Nespega sigla una partnership con Simona Ercolani acquisendo il 50% delle quote di Stand by Me.

Il comunicato stampa

Francesco Nespega è il fondatore ed ex presidente del broadcaster indipendente che ha lanciato con successo i canali digitali Giallo e Focus, oltre a K2 e Frisbee - tutti ora parte del gruppo Discovery - che insieme generano circa la metà degli ascolti del terzo operatore del mercato italiano.

Francesco Nespega

Francesco Nespega

Stand by Me, società di produzione indipendente fondata a Roma quattro anni fa da Simona Ercolani, ha ideato e prodotto numerosi programmi di successo, sia in termini di ascolti che di critica, per i principali broadcaster televisivi, sia in chiaro che pay.

“A quattro anni dalla nascita, dopo aver prodotto oltre trenta formati originali e numerosi adattamenti, sono orgogliosa dei risultati raggiunti da Stand by Me e pronta ad una nuova fase di sviluppo”, dichiara Simona Ercolani. ”Francesco è uno dei professionisti di maggior successo e credibilità sul mercato e vanta le giuste competenze per aiutarmi ad espandere ulteriormente il business di Stand by Me, facendo leva sulla propria vocazione di factory creativa indipendente.”

“Dopo l’esperienza di Switchover Media, ritrovo in Stand by Me gli elementi giusti per una nuova avventura imprenditoriale” commenta Francesco Nespega. ”Simona è una grande professionista e nei fatti è indubbiamente fra le migliori menti creative della produzione televisiva italiana per la sua capacità di individuare soggetti e saper raccontare storie. In Stand by Me ha messo insieme una squadra giovane e motivata che vanta già risultati invidiabili. La sfida sarà quella di accrescere ulteriormente questo know-how e questo potenziale offrendo contenuti di qualità e di successo ritagliati sulle esigenze di un mercato audiovisivo sempre più digitale e frammentato”.

Simona Ercolani

Simona Ercolani

Con oltre 300 ore prodotte in un anno, Stand by Me è leader nella produzione di docu-reality e docu-fiction originali. Tra i programmi più significativi: Sconosciuti ha all’attivo tre stagioni (la quarta in partenza lunedì 19 gennaio su Raitre, per un totale di 200 episodi) ed è diventato ormai un appuntamento imperdibile nell’access della terza rete Rai con oltre 1 milione di telespettatori nella terza stagione e unanime consenso di critica;
Emozioni, appassionante racconto dei principali protagonisti della scena musicale italiana, in onda su Raidue e giunto ormai alla quarta edizione;
Alive – storie di sopravvissuti di Rete 4, prime time giunto alla terza edizione con ottimi risultati di ascolto e di critica condotto da Vincenzo Venuto;
16 Anni e Incinta, la versione italiana del format internazionale di MTV, è stato negli ultimi due anni il programma più visto di MTV Italia, con una nuova stagione prevista a breve;
Il viaggio di Sammy, emozionante docu-reality per Nat Geo People (canale 411 di Sky) che ha riscosso un grande successo di critica e pubblico per il canale.
24 ore per morire, la prima produzione originale italiana per Crime+Investigation (canale 118 di Sky), anch’essa in onda dal 19 gennaio.

 

Le bio di Nespega ed Ercolani

FRANCESCO NESPEGA
Francesco Nespega, romano, 52 anni, è il fondatore ed ex presidente ed ex azionista di controllo di Switchover Media, broadcaster indipendente nato nel 2009 con il management buy-out di alcuni asset italiani della Disney.
Switchover Media ha ideato e realizzato quattro canali in chiaro su DTT, due per bambini/ragazzi, uno di intrattenimento di genere “crime” (GIALLO) e uno di documentari (FOCUS).

Il 14 gennaio 2012 Nespega e soci hanno annunciato la cessione del 100% di Switchover Media al gruppo Discovery Networks.

Dal 2000 al 2008, Nespega è stato Presidente e Amministratore Delegato di Jetix Europe (Gruppo Disney). Precedentemente ha svolto attività di consulenza per gruppi media internazionali ed italiani (1998-2000) e ricoperto ruoli manageriali in Telemontecarlo (1995-97), Fininvest/Mediaset (1990-95) ed Ernst & Young (1985-90), con incarichi sia in Italia che negli Stati Uniti.

È stato Presidente dell’Associazione TV Digitali Indipendenti (ATDI) dal 2007 al 2012 e membro del Comitato Tecnico di Auditel (2007-09).

Laureato in Economia e Commercio alla Luiss nel 1985, nel 1994 ha conseguito il Master in Business Administration presso la UCLA – Università di California a Los Angeles.

 

SIMONA ERCOLANI
Simona Ercolani, romana, 51 anni, è fondatrice e CEO di Stand by me, società di produzione televisiva indipendente nata nel 2010.

Il suo esordio in tv risale a circa vent’anni fa con il programma Storie Vere e poi come inviata di Chi l’ha Visto?.
Nel 1999 ha ideato Sfide, il programma di RaiTre che ha trasformato il modo di raccontare lo sport in televisione, aggiudicandosi numerosi premi tra cui il Premio Ennio Flaiano per la migliore trasmissione televisiva del 2001 e l’Oscar della TV.

Da allora ha ideato e realizzato numerosi successi televisivi, lavorando per tutti i principali broadcaster, sia in chiaro che pay. Per citarne alcuni:
- È stata autrice di tre edizioni del Festival di Sanremo (2010-12)
- Nel 2010 ha prodotto per History La Banda della Magliana – La vera storia, un documentario che ripercorre la vera storia della Banda raccontata da i suoi stessi protagonisti e nel 2012, per lo stesso canale, ha coprodotto il documentario Mafia Bunker, realizzato con la collaborazione della magistratura antimafia, Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia Di Finanza.
- Per MTV ha prodotto due stagioni di Calciatori – giovani speranze, Motorhome e la versione italiana di 16 anni e incinta, grande successo in termini di ascolti.
- Da ottobre 2013 produce Sconosciuti, il programma in onda su RaiTre in access prime-time che racconta storie ordinarie di persone straordinarie impegnate nella ricerca della felicità, ormai giunto alla quarta stagione con eccellenti risultati di audience e consensi da parte della critica.

Recentemente è stata produttore creativo del Il viaggio di Sammy, che racconta il viaggio on the road del diciottenne Sammy Basso, malato di progeria, riuscito, grazie a Stand by Me e a National Geographic Channel, a coronare il suo sogno di attraversare gli Stati Uniti attraverso la mitica Route66, e della prima produzione italiana originale per il canale Crime+Investigation 24h per morire, in onda dal 19 gennaio.