Editoria

14 gennaio 2015 | 10:11

Charlie Hebdo già esaurito, saranno stampate 5 milioni di copie. Il giornale satirico introvabile nella capitale francese

(ANSA)  Il numero 1178 in edicola oggi di Charlie Hebdo sarà stampato in 5 milioni di copie per andare incontro all’enorme afflusso di richieste. Lo si è appreso a Parigi. Nelle prime ore di oggi sono state già esaurite tre milioni di copie.

Lunghe file sono visibili davanti alle principali edicole della città. Gli edicolanti riconoscono da lontano i clienti abituali che hanno prenotato da ieri blocchi di decine e decine di numeri della rivista, stampata eccezionalmente in tre milioni di copie (ora in 5 mln, ndr) dopo l’attentato di una settimana fa che ha decimato la redazione. Chi ha prenotato, salta la fila, ritira i pacchi di riviste e può allontanarsi, gli altri restano in attesa. La rivista, uscita con la copertina di Maometto che piange e dice “Je suis Charlie” e “Tutto è perdonato”, è in vendita a 3 euro. Abitualmente vende in edicola fra le 30 e le 60.000 copie.

E’ stata un’anteprima tra satira e commozione. E un nuovo video dell’attacco alla redazione del giornale satirico, lo scorso 7 gennaio. I vignettisti di Charlie Hebdo hanno presentato a Parigi la prima pagina del nuovo numero, già destinato ad entrare nella storia e suscitare altre polemiche. Sulla copertina c’è l’immagine di Maometto che piange. “Il nostro Maometto è simpatico. E’ il mio personaggio, esiste nella mia matita, esiste quando lo disegno”, ha detto il vignettista Luz, autore della copertina con Maometto del primo numero di Charlie Hébdo in edicola dopo l’attacco della scorsa settimana, ha spiegato la sua decisione. Ad un certo momento Luz è scoppiato in lacrime. Dopo alcune ore è stato anche anche diffuso un nuovo agghiacciante video dopo il massacro al giornale.Nel filmato amatoriale, mostrato dalla Cnn, i due fratelli, Said e Cherif Kouachi, fermarsi con la Clio nera con la quale erano fuggiti dopo la strage e caricare i mitra mentre urlano più volte “Abbiamo vendicato il profeta Maometto”. Davanti a loro una macchina della polizia. I due però, calmi e freddi, salgono a bordo della Clio e iniziano a sparare contro la volante che indietreggia, riuscendo così a fuggire.

“Ho disegnato un Maometto che piange, ho pianto anch’io”, ha aggiunto Luz.

L’autorità egiziana che emette gli editti religiosi (fatwa), la “Dar el Iftaa” del Cairo, attacca la pubblicazione delle caricature di Maometto annunciata nel nuovo numero di Charlie Hebdo. E’ “una provocazione non giustificabile dei sentimenti di 1,5 miliardi di musulmani nel mondo”, ha sostenuto la “casa della fatwa” in un comunicato.