Televisione

14 gennaio 2015 | 16:17

Di gaffe in gaffe, negli Usa Fox News scivola di nuovo su Parigi e Charlie Hebdo. E #foxnewsfacts torna di moda sui social

(ANSA) – Nuova bufera sulla rete americana Fox News, per i suoi scivoloni sulle comunità islamiche in Europa. Dopo la città di Birmingham, definita un paio di giorni fa “100% musulmana”, stavolta sotto la lente sono finiti alcuni quartieri di Parigi, tra cui una grossa parte del 18 arrondissement, che include anche la zona di Montmartre, che sarebbero “vietati ai non musulmani” e governati secondo le leggi della sharia, non dello Stato francese. A sostenerlo è il veterano dei marines ed “esperto di conflitti” Nolan Petersen, che ai microfoni della tv Usa spiega come all’interno di Parigi, nella sua banlieue e in diverse altre aree di Francia esistano almeno 700 “no-go zones”, quartieri in cui gli islamisti “dettano legge”, fanno reclutamento “in pieno giorno” e vanno in giro “con magliette inneggianti a Osama Bin Laden” e alla jihad. “Gli americani sarebbero sconvolti nel sapere che, partendo dalla Tour Eiffel, basti prendere un taxi per ritrovarsi in strade che sembrano quelle di Baghdad”, conclude. Lo spezzone è subito diventato oggetto di scherno sui social network, con diversi utenti di Twitter e Instagram che hanno postato foto dei quartieri indicati con l’hashtag #foxnewsfacts, già usato in passato per indicare grossi errori dell’emittente. Mentre il sindaco del 18/o arrondissement ha già manifestato la sua protesta ufficiale per la descrizione del tutto erronea della zona.