New media

16 gennaio 2015 | 14:59

Google Glass tenta il rilancio affidandosi al creatore dell’iPod. Big G interrompe le vendite e passa la palla a Tony Fadell

(ANSA)  Google interrompe la vendita dei suoi occhiali Glass nel tentativo di rilanciare un dispositivo che non è mai decollato. La compagnia ha annunciato che la vendita al pubblico attraverso il programma Explorer cesserà il 19 gennaio, ma solo per dar modo all’azienda di concentrarsi sulla fase successiva. In quest’ottica, il team che si occupa del progetto uscirà dai Google X lab e avrà una sua divisione specifica con a capo Tony Fadell, tra i creatori dell’iPod di Apple. I Google Glass erano stati inizialmente messi a disposizione degli sviluppatori nel 2013 all’interno del programma Explorer, per poi essere venduti al pubblico a metà del 2014 in Usa, a 1.500 dollari. Le vendite, pur in mancanza di dati, non sono state esaltanti, per una serie di ragioni che vanno dalle preoccupazioni sulla privacy all’aspetto poco ‘cool’ degli occhiali, fino al fatto che i Glass sono un prodotto ancora in fase di sviluppo non ancora completo di tante applicazioni. Secondo il Wall Street Journal, dietro al ritiro degli occhiali dai negozi (che comunque saranno ancora venduti a sviluppatori e società) ci sarebbe un cambio di filosofia da parte di Google: niente più test pubblici del dispositivo e lancio sul mercato solo quando il prodotto sarà finito, probabilmente già entro il 2015. In altre parole, la stessa filosofia di Apple. (ANSA).

Tony Fadell (foto Technologycanoe)

Tony Fadell (foto Technologycanoe)