Televisione

16 gennaio 2015 | 16:16

Tozzi, presidente dell’Anica: pericoloso burocratizzare la tv pubblica. La nostra produzione audiovisiva ha grandi potenzialità

(ANSA)  ”L’idea di burocratizzare la tv pubblica una delle piu’ pericolose che si possa immaginare, ci vuole creativita’ imprenditoriale, capacita’di intuito e di rischio, indipendenza”. Lo ha detto il presidente dell’Anica Riccardo Tozzi intervenendo al convegno L’offerta del servizio pubblico, in corso a Viale Mazzini. Secondo lui il ruolo della tv pubblica generalista e’ ancora fondamentale, per il suo compito di aggregazione: ”dovrebbe tornare a puntare sulla modernita’ come ha fatto in passato” ed ”e’ importante che ”faccia tutto, il cinema popolare, di ricerca, generalista e di innovazione, permettendo il dialogo fra le componenti che operano in diversi campi”. Commentando poi i dati in calo del cinema in sala, il presidente dell’Anica ha detto: ”Come nell’agricoltura ci sono annate buone e cattive. La nostra industria audiovisiva ha grandissime potenzialita”. Riguardo il poco pubblico per le opere prime, Tozzi ha sottolineato che secondo lui le palestre piu’ giuste per i nuovi autori ”potrebbero essere le web series e i web movies”.(ANSA).

Riccardo Tozzi, presidente Anica (foto Rbcasting)

Riccardo Tozzi, presidente Anica (foto Rbcasting)