20 gennaio 2015 | 18:47

Arte.it continua a correre: nel 2014 il sito web dedicato all’arte e ai beni culturali italiani ha raggiunto quasi 2 milioni di utenti

ARTE.it, la digital media company che ha come missione quella di favorire la conoscenza dell’arte e dei beni culturali italiani, ha annunciato i dati relativi all’anno appena trascorso per l’omonimo sito web – www.arte.it – evidenziando una crescita dell’audience e la fidelizzazione dei lettori. Nel 2014, si legge in una nota, i lettori non duplicati del sito sono passati da 1 milione 600mila del 2013 a quasi 2 milioni segnando una crescita pari al 21,67% anno su anno e con un trend positivo dal luglio 2012, quando la società è diventata indipendente in seguito allo spin-off di ARTE.it dal Gruppo editoriale La Stampa (NEXTA). Il numero di pagine viste è passato nell’ultimo anno da 3 milioni 950mila visualizzazioni di pagina del 2013 a oltre 5 milioni 896mila, con un incremento del 49,84%. Inoltre, il numero di sessioni (singoli collegamenti) è aumentato del 27,08% così come è aumentato il tempo medio nei collegamenti dei lettori al sito www.arte.it salito nel 2014 da 1 minuto e 25 secondi a oltre 2 minuti, segnando un +41% rispetto all’anno precedente.

“Quella del 2014”, spiega il direttore editoriale e cofondatore di ARTE.it, Eleonora Zamparutti, “è stata una crescita guidata da diversi fattori. Dal punto di vista dei contenuti la nostra forza strutturale viene dal costante lavoro di accrescimento e manutenzione dell’Italian Art Heritage Database, il primo repertorio digitale georeferenziato del patrimonio artistico in Italia, che oggi conta oltre 10mila punti di interesse mappati. A questo asset unico che rappresenta oltre il 40% della nostra audience abbiamo affiancato una importante attività di aggiornamento editoriale che si è concentrata lungo tre filoni: il notiziario, il calendario e lo sviluppo delle attività della redazione sui social media. Il calendario è stato sicuramente il fiore all’occhiello del 2014, non solo per un incremento ulteriore del numero complessivo degli eventi mappati che ha raggiunto quota 4mila unità (+14,2% rispetto al 2013), ma anche in termini di numero di lettori, basti pensare che nell’ultimo anno abbiamo registrato in questo canale un aumento assoluto di oltre 450mila UV arrivando a sfiorare la cifra totale di 1 milione di lettori annui”.

“Un altro fattore sicuramente rilevante”, continua Piero Muscarà, amministratore delegato e cofondatore di ARTE.it, “va sicuramente trovato nella esplosione del traffico sul sito proveniente da utenti connessi attraverso dispositivi mobili come smartphone e tablet che ormai insieme rappresentano oltre un terzo della nostra audience”.